Psicologia del turismo: il rapporto tra turisti e residenti. Il caso Sardegna.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1 VIAGGIO E CULTURA 1.1. La Psicologia del Turismo: cenni storici. Al fine di comprendere come sia avvenuta un’integrazione tra il turismo e la psicologia e come poi queste due materie abbiano formato un unico campo d’indagine, è doveroso soffermarsi sull’evoluzione storica del turismo e, di conseguenza, compiere un’analisi sugli studi inerenti tale disciplina. Per poter parlare del fenomeno turistico, si dovrà attendere fino ai primi anni dell’Ottocento quando cambieranno le modalità e la concezione del viaggio. Ai primordi del turismo sta il concetto di “ Viaggio”. Esso può essere inteso come lo spostamento fisico di un individuo nello spazio e nel tempo ed è considerato un elemento importante per la creazione di una condizione umana. Durante un viaggio la persona va incontro, a mio avviso, a profonde alterazioni della sua personalità, del suo Sé, del suo Io 1 . Quindi nel movimento vi è una continua trasformazione, una lunga, se non illimitata, esperienza di mutamento. 1 Intendo questi concetti come sinonimi. I termini “Sé” e “Io” hanno, in questo contesto, il medesimo significato, ossia stanno ad indicare la personalità di un individuo. 6

Anteprima della Tesi di Massimo Gallazzi

Anteprima della tesi: Psicologia del turismo: il rapporto tra turisti e residenti. Il caso Sardegna., Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo

Autore: Massimo Gallazzi Contatta »

Composta da 266 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2118 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.