Skip to content

Agli albori della divulgazione della storia dell’arte in tv: il caso Civilisation

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Capitolo 1 Il documentario: dalle origini ai giorni nostri 1.1 Le origini europee del documentario Il genere documentario, inteso come filmato dal valore didattico che mostra soprattutto civiltà e luoghi lontani dalla platea televisiva cui questo prodotto si rivolge, è antico quanto il cinema stesso. Le origini del documentario, infatti, vanno collegate all’invenzione della macchina da presa, e a quando con le immagini si tenta per la prima volta di permettere una sorta di Gran Tour anche a quel ceto della società che non aveva le risorse necessarie per viaggiare. Il primo esperimento che potremmo ascrivere al genere documentario fu compiuto da Albert Kahnn, magnate della finanza francese che cercò di costruire un atlante geo-etno- antropologico del mondo intero, avvalendosi interamente di fotografie e di riprese cinematografiche: con questo intento spedì una ventina di fotografi e cineoperatori per il mondo che tra il 1909 e il 1919 raccolsero più di diecimila fotografie e un migliaio di “vedute in movimento” di un minuto circa ciascuna (oggi conservate al museo Albert Kahnn di Parigi). Anche in Italia si ebbero documentaristi di grande spessore, come Luca Comiero e Roberto Omegna, che tra il 1905 e il 1915 si spinsero con coraggio in zone anche molto impervie. Comerio aveva come obiettivo la costruzione di un film-utopia, dove voleva mostrare tutto il mondo e che avrebbe intitolato Dal polo all’equatore. Se ne conservano alcune parti, come la spedizione al polo sud organizzata dal Duca degli Abruzzi (1899) o quella del barone Raimondo Franchetti in Africa nel 1910, oppure le scene della guerra sull’Isonzo (1917). In queste opere traspare la visione della società occidentale che da dominatrice guarda tutto con superiorità. Omegna invece può essere considerato il padre del documentario scientifico, con i suoi filmati sulle farfalle (vincitori anche del primo premio all’Esposizione Universale di Torino del 1911) dove usava la macrofotografia e si avvaleva per le didascalie delle composizioni del poeta Guido Gozzano, suo cugino. In seguito, il cineasta e fotografo polacco Boleslaw Matuszewski, si propose di filmare tutti gli eventi della storia umana per comporre un archivio totale e assoluto.
Anteprima della tesi: Agli albori della divulgazione della storia dell’arte in tv: il caso Civilisation, Pagina 3

Indice dalla tesi:

Agli albori della divulgazione della storia dell’arte in tv: il caso Civilisation

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Emilia Ammendola
Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
Anno: 2008-09
Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Storia dell'arte
Relatore: RiccardoLattuada
Lingua: Italiano
Num. pagine: 77

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

art documentaries
art history on tv
civilisation
divulgazione storia dell arte
documentari
documentari arte
documentario
kenneth clark
la tv inglese
la tv italiana
storia dell'arte
vittorio sgarbi arte tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi