Skip to content

Fedra e l'Usignolo. Riscrittura del mito nel teatro di Timberlake Wertenbaker e Sarah Kane

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
dell‟everyman”29, l‟uomo della porta accanto, ed è per questo che Ulisse, dal suo viaggio nel Mediterraneo, viene trasportato nelle strade buie di Dublino. Già agli inizi del secolo, si assiste ad una ripresa dei miti greci in ambito teatrale. D‟Annunzio, affascinato dall‟aspetto “déchiré”, passionale e maledetto della figlia di Pasifae, scrive Fedra nel 1909. Un anno dopo, in Spagna, compare la Fedra cristiana del filosofo e drammaturgo Miguel de Unamuno. Il teatro occidentale della prima metà del secolo è pervaso da traduzioni di antiche tragedie e riscritture di miti greci, con esiti più o meno soddisfacenti: Oedipe (1930) di André Gide, Mourning Becomes Electra (1931) di Eugene O‟Neill, Elettra e La Guerra di Troia non si farà (1935) di Giraudoux, Orfeo (1927) e La macchina Infernale (rielaborazione dell‟Edipo Re di Sofocle, 1934) di Jean Cocteau, Elettra di Hugo von Hofmannsthal, Les Mouches (rielaborazione dell‟Elettra, 1942) di J. P. Sartre, The Family Reunion (1939) di T.S. Eliot30. L‟autore di The Waste Land per altro, in un piccolo saggio intitolato Ulysses, Ordine e Mito (1923) dedicato al capolavoro di Joyce uscito un anno prima, oltre a sottolineare l‟importanza di quest‟opera al pari di “una scoperta scientifica”, vede nello scrittore irlandese il precursore del “metodo mitico” a cui l‟artista moderno dovrebbe rifarsi: Usando il mito, e operando un continuo parallelo tra contemporaneità e antichità, Joyce istaura un metodo che altri potranno utilizzare dopo di lui. Essi non saranno imitatori, non più di quanto lo siano gli scienziati che usano le scoperte di Einstein per sviluppare le proprie, indipendenti, ulteriori ricerche. E‟ semplicemente un modo di controllare, ordinare e dare forma e significato all‟immenso panorama di futilità e anarchia che è la storia contemporanea. E‟ un metodo già adombrato da Yeats, e della necessità del quale egli fu, credo, il primo contemporaneo a essere cosciente. E‟ un metodo nato sotto buoni auspici. La psicologia (così com‟è, che la nostra reazione nei suoi confronti sia ironica o seria), l‟etnologia e The Golden Bough hanno concorso a rendere possibile ciò che non sarebbe stato fino a pochi anni fa. Invece di un metodo narrativo, noi ora possiamo usare il metodo mitico.31 Nei confronti di queste opere, George Steiner assume una posizione molto critica, affermando che queste rielaborazioni difettano nella mancata consapevolezza dei loro autori nei riguardi dei mutamenti avvenuti nel significato e nel tono dell‟ideologia moderna: 29 Eleazar M. Meletinskij, Il mito. Poetica folclore ripresa novecentesca, Ed. Riuniti, Roma, 1993, p.405. 30 T. S. Eliot è stato protagonista, nel teatro inglese degli anni ‟30 di quello che è stato definito “poetic revival” o “Poetic Drama” poiché voleva riportare in vita il dramma in versi della tradizione elisabettiana. Dopo i tentativi disastrosi dei Romantici, anche i drammaturghi del XX secolo falliscono nei loro velleitari intenti. I testi sono esageratamente letterari e poco adatti al teatro e il pubblico contemporaneo non poteva comunque riconoscere la propria comunicazione quotidiana nel blank verse o nel linguaggio dell‟epoca elisabettiana . Insieme a T. S. Eliot protagonisti di questo genere di drammaturgia sono stati W. H. Auden che con Isherwood scrive The Dog Beneth the Skin (1935) e Christopher Fry. 31 T. S. Eliot, Opere: 1904-1939, Bompiani, Milano, 1992, p.646.
Anteprima della tesi: Fedra e l'Usignolo. Riscrittura del mito nel teatro di Timberlake Wertenbaker e Sarah Kane, Pagina 15

Preview dalla tesi:

Fedra e l'Usignolo. Riscrittura del mito nel teatro di Timberlake Wertenbaker e Sarah Kane

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Duranti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Giovanna Mochi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 228

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anni 90
barbara nativi
drammaturgia inglese
grecia
il corpo
intervista a barbara nativi
lettearatura inglese
mito
mito e tragedia
nuova drammaturgia inglese
rimitologizzazione
ritorno al mito
sarah kane
teatro antico
teatro contemporaneo
teatro della limonaia, firenze
teatro femminile inglese
teatro inglese
timberlake wertenbaker
tragedia greca
women playwriters

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi