Restrizioni all'attività di short selling e impatto sui mercati finanziari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

  4  1.2 Alcune parole sullo Short Selling: Inserendo il termine short selling in un traduttore automatico facilmente si otterrà una definizione del tipo: “vendita in scarsità”, ma in lingua italiana, invece, è forse più correttamente utilizzata la definizione di “vendita allo scoperto”, anche se entrambe le espressioni sintetizzano piuttosto bene, a livello intuitivo, il contenuto di tale operazione che risulta concettualmente semplice in quanto è un operazione finanziaria che consiste nella vendita di strumenti finanziari non posseduti (e su questo punto si tornerà a breve) con successivo riacquisto. Naturalmente quest’operazione si effettua solo se si ritiene che il prezzo al quale gli strumenti finanziari si riacquisteranno sarà inferiore al prezzo inizialmente incassato attraverso la loro vendita. Nel caso in cui avvenisse quanto detto, il rendimento complessivo dell'operazione sarà positivo, mentre sarà negativo se il prezzo dello strumento è invece aumentato. Questa sintetica definizione tratta dal sito internet di Borsa italiana S.p.A. non è completamente esaustiva e merita perciò successivi approfondimenti specie di carattere tecnico e pratico. Innanzitutto è opportuno precisare che chi opera una vendita allo scoperto deve prendere a prestito da un altro soggetto i titoli necessari all’operazione e per fare ciò l’investitore si dovrà avvalere dell’intermediazione di un broker 7 , il quale prenderà a prestito le azioni da un altro cliente per venderle nel modo consueto (Hull, 2003). Il broker incassa così il controvalore di mercato che viene accreditato all’ordinante della vendita il quale, ammesso che il broker possa continuare a tenere a prestito le azioni, manterrà la posizione corta per il tempo che ritiene opportuno fino a che deciderà invece di chiudere la propria posizione acquistando un quantitativo di azioni pari a quello preso a prestito inizialmente attraverso la mediazione del broker e tali azioni sostituiranno, appunto, quelle inizialmente prestate. Naturalmente lo short seller otterrà un profitto solo se il prezzo delle azioni vendute allo scoperto è sceso mentre registrerà una perdita nella situazione opposta. Vi è poi un altro rischio sopportato dal venditore e cioè                                                          7 Gli intermediari mobiliari operanti in conto terzi con attività di mediazione tipicamente sono definiti broker (Ferrari-Gualandri-Landi_Vezzani, 2006)

Anteprima della Tesi di Alessio Albanese

Anteprima della tesi: Restrizioni all'attività di short selling e impatto sui mercati finanziari, Pagina 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Alessio Albanese Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 716 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.