Il trasporto merci e passeggeri: il caso Grandi Navi Veloci

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Il cabotaggio, inoltre, può essere considerato un modo di trasporto particolarmente favorevole per l'ambiente, soprattutto a causa dei costi esterni comparativamente bassi e della grande efficienza energetica, nonché delle emissioni inferiori di CO2 e di ossidi di azoto per tonn./km. Il trasporto a corto raggio è una modalità di trasporto molto più sicura, ciò è dimostrato dal fatto che statisticamente il numero e la gravità degli incidenti che interessano il trasporto marittimo sono di molto inferiori a quelli del trasporto merci e passeggeri su strada. Per essere appetibile ed efficiente, però, il trasporto marittimo a corto raggio deve essere pienamente integrato nella catena logistica e nei servizi door-to-door; un'integrazione di questo tipo è possibile soltanto a condizione di migliorare i singoli modi per soddisfare le esigenze dell'utenza. Pertanto il cabotaggio è da integrarsi in un'impostazione intermodale generale, creando reti per attirare volumi di carico e cercando attivamente la cooperazione con altri modi e soggetti nella catena logistica. A parte l'istituzione di condizioni quadro, spetta all'industria stessa operare in questa direzione. La notevole differenza tra le distanze medie di una tonnellata trasportata mediante navigazione a corto raggio (1385 km) e su strada (100 km) porta a concludere che i mercati per questi due modi sono in parte separati. Circa il 90% delle merci sono trasportate su brevi distanze e in genere all'interno dei confini nazionali. Nonostante ciò il trasporto marittimo di cabotaggio è comunque competitivo su un considerevole segmento di mercato; segmento che potrebbe aumentare notevolmente se, grazie a soluzioni logistiche, si riuscisse ad attrarre l'utenza a ricorrere al trasporto marittimo a corto raggio anche per distanze più brevi. Al di là di quelle che sono mere ipotesi, vanno valutati tecnicamente i potenziali del trasporto marittimo a corto raggio, in comparazione con le altre modalità “rivali” di trasporto, in particolare quella stradale. Oltre agli ostacoli tecnici esistenti, che a livello regionale, nazionale e comunitario si stanno cercando di superare, mediante azioni e programmi congiunti in un'ottica sempre meno locale e maggiormente europea (reti transeuropee e programmi per accrescere l'efficienza dei porti), sono da abbattere anche le barriere psicologiche all'utilizzo del cabotaggio, che dalla stragrande maggioranza degli operatori del

Anteprima della Tesi di Giada Noce

Anteprima della tesi: Il trasporto merci e passeggeri: il caso Grandi Navi Veloci, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Giada Noce Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2466 click dal 25/03/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.