Skip to content

La frontiera mobile: la macchina antropologica

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Questo rapporto inevitabilmente definisce ambedue i termini del confronto e tende, da sempre, a creare uno iato di non-conoscenze – o conoscenze pregiudizievoli – nei confronti del termine meno nobile del rapporto: l’animale ha sempre qualcosa in meno. La macchina antropologica è, per questo, una frontiera di definizione mobile tra l’uomo e l’altro. In un’epoca che si vanta di combattere i pregiudizi ha ancora senso un processo di questo genere? Se la risposta fosse negativa, si potrebbe, finalmente, fermare questa macchina? Oppure s’è già fermata autonomamente? E se al contrario fosse ancora ne- cessaria, è possibile auspicare un processo di creazione di rapporti non pregiudizievole, anzi assolutamente rispettoso dei termini coinvolti? Cosa ancor più importante: può la filosofia continuare ad esser l’unica disciplina detentrice dell’onere e dell’onore del funzionamento della macchina? Queste sono le domande che ci hanno guidati attraverso la stesura delle nostre tesi. Durante il percorso abbiamo cercato di far confluire a termini comuni le risposte di varî pensieri delle due discipline che, a nostro iniziale parere, si contendano da poco più di un secolo il dominio della macchina: filosofia ed etologia. Come è infatti tipico di ogni conflitto, i due contendenti dei territori confinanti si danno battaglia per spostare la frontiera, sfruttando ogni apertura possibile per sferrare il loro colpo migliore. È un con- flitto vasto nel tempo e nello spazio. Inevitabilmente abbiamo dovuto operare delle scel- te limitando il campo senza, per altro, riuscire nel difficile compito di valutare tutte le più importanti ricerche etologiche e filosofiche a nostra disposizione. Emergerà tuttavia, nel percorso intrapreso, che alcune vecchie zone calde del conflitto si sono da tempo raffreddate e, viceversa, territori un tempo incolumi sono stati macchiati del sangue dei vinti. Il sangue versato in questo conflitto, non è mai quello dell’uomo. Abbiamo successivamente constatato che almeno un altro grande soggetto ha appor- tato importanti nuovi elementi da metabolizzare all’interno del dibattito: si tratta della nuova neurologia e delle sue affascinanti teorie sul sistema dei neuroni specchio. Siamo rimasti affascinati da quanto il dibattito sulla macchina antropologica, sia esso di puro interesse accademico ovvero di interesse pragmatico, coinvolga quasi ogni a- spetto dell’essere umano. Fin dalle primissime intuizioni, passando per le entusiasmanti 8
Anteprima della tesi: La frontiera mobile: la macchina antropologica, Pagina 2

Indice dalla tesi:

La frontiera mobile: la macchina antropologica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Alessandro Andreis
Tipo: Tesi di Laurea
Anno: 2008-09
Università: Università degli Studi di Verona
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Filosofia
Relatore: GianlucaSolla
Lingua: Italiano
Num. pagine: 107

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

agamben
animale
animale razionale
animali
benjamin
bioetica
cultura
darwin
derrida
eibesfeldt
eibl-ebesfeldt
etologia
heidegger
homo alalus
imitazione
linguaggio
lorenz
mimesis
mirror neuron
neuroni specchio
nome
nomi
rizzolatti
uexküll

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi