Dalla psicologia dello sport e benessere, alla psicologia del doping. Ricerca su motivazioni e significati delle manipolazioni corporee del body-builder: integratori e steroidi anabolizzanti.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 utilizzata (la palestra), e di differenziare, fin dove ciò sia possibile, i molteplici significati che essa può assumere. Oggi, più che mai, si sente “la necessità di provare a definire le coordinate complessive cui far riferimento camminando in un Paese (quello della Dipendenza) che non è evidentemente isolabile dal più grande Paese-mondo, nel quale sono cittadini (alla pari?) i dipendenti di tutte le provenienze e classificazioni, e gli esperti- osservatori che si pensano non dipendenti” (Rigliano, 1998, p-8). La tesi si articola in sei capitoli. Il primo è volto a mettere in evidenza come la tecnologia, oggi, è diventata l’ambiente dell’uomo (a titolo esemplificativo si pensi a internet); accorciando le distanze spaziali e velocizzando i ritmi temporali la tecnica ha modificato la dimensione narrativa umana. Inoltre, si è voluto evidenziare il ruolo della comunicazione di massa nell’età della tecnica, e in particolare le modalità attraverso cui i mezzi di comunicazione ci rappresentano e codificano il mondo. Il secondo capitolo è volto a descrivere i possibili significati che il corpo può assumere nella società tecnologica. Particolare importanza verrà attribuita alle attenzioni sul corpo, volte a

Anteprima della Tesi di Nicola Gianfortone

Anteprima della tesi: Dalla psicologia dello sport e benessere, alla psicologia del doping. Ricerca su motivazioni e significati delle manipolazioni corporee del body-builder: integratori e steroidi anabolizzanti., Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Nicola Gianfortone Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5057 click dal 01/04/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.