Mitologia, mito e mito dell'uomo in Karoly Kerenyi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Jesi parla, a ragione, di una sorta di coincidentia oppositorum in relazione al significato dei termini mythos e logos, che uniti assieme formano la parola mythologia. Da quest’osservazione scaturiscono implicazioni che vanno ben oltre il mero aspetto semantico. In questo campo, dove il razionale si incontra e si combina con l’irrazionale e il fantastico in modo sempre diverso e imprevedibile, ci dobbiamo entrare non solo con la semantica, non solo con il linguaggio, ma con tutto il nostro essere, lasciando fuori il mondo consueto di separazioni dicotomiche e il suo pensare e dire tipico in termini di vero e falso, o, come sostiene Kerényi, si dovrebbe lasciare da parte la domanda sulla fede nei mitologemi. Kerényi, nel volume Gli Dei e gli Eroi della Grecia, arriva a rinarrare i miti greci in prima persona plurale, come se li stesse raccontando dal vivo, hic et nunc, quasi a voler rendere un’immediatezza che però è solo illusoria. Egli dà a questo modus narrandi una giustificazione tale da sbilanciare la sua pretesa scienza del mito, confermando così che la mitologia, considerata nel suo carattere specifico, è un’attività particolarmente creativa, quindi anche artistica, della psiche, che si accosta in altre parole alla poesia, alla musica, alle arti figurative, alla filosofia, alla scienza. Essa non deve essere confusa con la gnosi o con la teologia: la distingue da queste, allo stesso modo che dalle teologie pagane e da ogni specie di teosofia, il suo carattere creativo- artistico. Le immagini mitologiche assumono le stesse caratteristiche delle immagini di sogno dove, allo stesso modo di quelle poetiche, la divinità è colta tramite immagini, e, in forza di tali immagini, s’impone in un modo che è quasi oggettivo, tenendo anche presente la considerazione che quelli che Kerényi chiama i “testi fondamentali” della mitologia sono opere che hanno carattere di testo così come i poemi e le composizioni musicali. 9

Anteprima della Tesi di Marianna Puddu

Anteprima della tesi: Mitologia, mito e mito dell'uomo in Karoly Kerenyi, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Marianna Puddu Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3220 click dal 02/04/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.