Skip to content

L'inclinazione al fotografico nel Novecento

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 DESCRIZIONE DELLE OPERE SUB-LIME, installazione pensile, 2004 E una riflessione sull autoritratto che sfocia poi in un ritratto cosmico , a prima vista una nebulosa concentrazione di punti, un ammasso di piccoli pianeti sospesi nello spazio. Partendo dal rayogramma (proiezione di un oggetto tramite l azione della luce su un supporto fotosensibile) a grandezza naturale del mio corpo, ho fissato dei punti limite necessari e sufficienti a rendere riconoscibile la fisionomia umana. In corrispondenza di tali punti ho cominciato a costruire un nuovo corpo, frutto dell ibridazione del reale col processo artistico, agendo in modo automatico, appendendo piccoli pesi di piombo usati per la pesca a dei fili di nylon. Considerando che un oggetto Ł maggiormente individuabile sotto forma di ombra, se visto di profilo e di fronte, mi sono servita di questi due piani incrociandoli tra loro. Tale procedimento ha dato come risultato una scultura pensile soggetta a diversi punti di vista: uno frontale, uno laterale e uno di sbieco, quest ultimo proiettato da una luce su un fondale neutro, a ricostruire la profondit che sembrava perduta. Non vi Ł gerarchia tra ognuno dei modi di guardare l opera: tutti contribuiscono a chiarire il bisogno di riconoscimento iconico insito nella mente umana, eppure il loro insieme rende la visione piø difficoltosa, soprattutto se inseriti in un contesto qualsiasi ove sia presente un pubblico. Il vuoto che sta tra le palline di piombo, infatti, viene riempito dal passaggio delle persone e dall architettura del luogo che ospita l installazione. L ideale sarebbe immaginare l opera appesa nel cielo, proiettata dalla luce puntiforme del sole su una nuvola che per caso passasse di l a far da schermo La tensione all assoluto si mescola cos al necessario contingente del presente mutevole, che offre una moltitudine di punti di vista e riempie di casualit il gioco dell arte. Curioso Ł il fatto che il documento fotografico non renda chiaramente l insieme quanto l esperienza diretta; eppure il procedimento da cui si Ł partiti Ł proprio quello della camera oscura, ossia il metodo rayografico. Forse che l elaborazione artistica, sempre piø raffinata e snaturata di significati, si ponga con piø duttilit nell esperienza vitale rispetto all esperienza stessa? Mi spiego meglio. Attraverso la creazione di quest opera, ho sublimato un corpo (il mio, nello specifico), sottoponendolo a vari passaggi: il primo, di eliminazione delle caratteristiche fisiognomiche attraverso l ombra; il secondo, di frantumazione dell ombra in vari punti specifici; il terzo, di assemblaggio di diversi punti di vista e proiezione dell ombra risultante. Alla fine, nessuno potrebbe dire che quel corpo sia mio, esso Ł quindi stato scremato del significato e del referente iniziale (autoritratto di Elena Bugada) per diventare il corpo dell arte , il corpo di un reato che Ł stato uccidere il particolare per cercare l universale. Di questo assassinio rimangono solo lievi tracce (punti, fili, ombre), che il rilievo fotografico Rayogramma del corpo e successiva rilevazione dei punti fondamentali. Visione del fronte e dell ombra portata.
Anteprima della tesi: L'inclinazione al fotografico nel Novecento, Pagina 2

Preview dalla tesi:

L'inclinazione al fotografico nel Novecento

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Bugada
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Piero Cavellini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 74

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte concettuale
arte concreta
bruno munari
dadaismo
fotografia
fotografia sperimentale e astrattismo
lea vergine
lucio fontana
magritte
man ray
marcel duchamp
neoavanguardie
rosalind krauss
stieglitz
universo pop
video arte

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi