Il Parlamento nella riforma costituzionale francese del luglio 2008

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Presidente della Repubblica all’interno del processo decisionale. Gli interventi di riforma delle istituzioni in favore del mandato quinquennale del Capo dello Stato e del consolidamento della quasi simultaneità delle elezioni presidenziali e legislative determinato dall’inversione del calendario elettorale del 2002 (il primo turno delle legislative si svolge in contemporanea con il secondo turno delle presidenziali) hanno rafforzato il processo di presidenzializzazione del sistema, a discapito del Parlamento. La dinamica istituzionale del présidentialisme absolu è stata accentuata in alcune legislature più che in altre, a seguito della concordanza politica tra presidenza e maggioranza parlamentare; inoltre i meccanismi di rationalisation (previsti dalla Costituzione del 1958 per assicurare al governo il controllo dell’attività legislativa in Parlamento) hanno portato all’ulteriore supremazia dell’esecutivo sul legislativo. Viceversa, nelle fasi di cohabitation, la disomogeneità politica tra l’Elysée e Palais Bourbon ha determinato un diverso equilibrio di potere, che però non ha favorito il legislativo, la “parlamentarizzazione” della forma di governo Con decreto del Presidente della Repubblica n. 1108 del 18 luglio 2007, è stato istituito il Comitato di riflessione e di proposta sulla modernizzazione ed il riequilibrio delle istituzioni della V Repubblica (Comité de réflexion et de proposition sur la modernisation et le rééquilibrage des institutions de la Ve République), un comitato presieduto dall’ex primo ministro Edouard Balladur, per fare il punto sullo stato di salute della Repubblica ed approntare le eventuali riforme. Il cosiddetto Comitato Balladur, nato per rispondere alle preoccupazioni e sollecitazioni del Presidente Nicolas Sarkozy e formato principalmente da giuristi costituzionalisti e da personalità politiche aventi competenza in diritto, vede tra i suoi componenti anche alcuni esponenti del Partito Socialista come Jack Lang, Guy Carcassonne, Olivier Duhamel. Dopo tre mesi di lavori tale comitato ha presentato al Presidente della Repubblica, il 29 Ottobre 2007, un dossier intitolato “Une Ve République plus democratique,” incentrato su tre grandi aree tematiche: un migliore assetto del potere esecutivo; il rafforzamento del Parlamento; l’introduzione di nuovi diritti per i cittadini. 4

Anteprima della Tesi di Eleonora Modesti

Anteprima della tesi: Il Parlamento nella riforma costituzionale francese del luglio 2008, Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eleonora Modesti Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5045 click dal 08/04/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.