Il comunismo di Dolores Ibàrruri

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

l‟interesse del governo e delle autorità militari era quello di ristabilire l‟ordine, erano spesso disposti non solo a combattere energicamente contro i minatori, ma anche a spingere gli imprenditori affinché rispondessero alle rivendicazioni dei lavoratori, di modo che spesso si guadagnavano così le simpatie dell‟opinione pubblica. Così fecero il generale Loma nello sciopero del 1890 e il generale Zappino nel 1903.20 La rivendicazione dello sciopero del 1903 fu la sostituzione del sistema di pagamento mensile in vigore nelle miniere con un sistema settimanale. Dietro questa richiesta se ne intravedeva un‟altra, non meno importante, e che consisteva nel riconoscimento da parte degli imprenditori di rappresentanti degli operai. Lo scioperò si prolungò per dodici giorni, ci furono momenti di grande tensione in cui la violenza superò quello che i dirigenti socialisti ritenevano prudente, si mossero le truppe e finalmente il comando militare, dopo essersi consultato con Madrid, impose agli imprenditori il pagamento settimanale. Uno degli episodi centrali del conflitto avvenne appunto in Gallarta dove migliaia di operai riuniti in assemblea rifiutarono una soluzione intermedia proposta dal governatore e decisero di lottare fino alla soddisfazione completa delle loro rivendicazioni.21 Nei ricordi di Dolores, che allora aveva solo otto anni, lo sciopero del 1903 rimase impresso in modo incancellabile. Nelle sue memorie del 1960 uno scontro che ebbe luogo in Gallarta appare come un esempio delle epiche lotte del 20 J. P. Fusi (1975), pp. 94-104. 21 J. P. Fusi (1975), pp. 233-242.

Anteprima della Tesi di Alice Morelli

Anteprima della tesi: Il comunismo di Dolores Ibàrruri, Pagina 12

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alice Morelli Contatta »

Composta da 179 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 681 click dal 22/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.