La promozione della relazione nell'ambito lavorativo. Progetto per un intervento formativo.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Presidente AmministrazioneCoordinamentoGestione risorse Coordinamento Coordinamento Coordinamento Coordinamento area emergenza area area emergenza area minori abitativaimmigrazionesociale Responsabili Responsabili Responsabili Responsabili centricentricentricentri OperatoriOperatoriOperatoriOperatori 1.3. Quali attività si svolgono nei Centri Le attività svolte nei Centri operanti nell’Area Emergenza Abitativa consistono principalmente nell’accoglienza, nella rilevazione delle aree di criticità e delle condizioni di rischio, nella prevenzione e il contenimento delle condotte devianti, la mediazione dei conflitti, il monitoraggio/registrazione degli ospiti esterni in visita. Durante la permanenza presso il Centro, sulla base delle esigenze espresse dagli Utenti, il Responsabile, in collaborazione con gli Operatori, provvede la pianificazione di un progetto personalizzato d’intervento, in scrupolosa cooperazione con i servizi sociali e con la messa in rete di altre figure professionali coinvolte nel processo di aiuto. A seconda dei casi, il progetto può prevedere l’inserimento scolastico dei minori (in collaborazione con gli istituti scolastici), la scolarizzazione di adulti che hanno abbandonato la scuola dell’obbligo (in collaborazione con i Centri Territoriali Permanenti per l’Educazione), il collocamento lavorativo o la 8 La promozione della relazione nell’ambito lavorativo | progetto per un intervento formativo ■

Anteprima della Tesi di Alina Dohotaru

Anteprima della tesi: La promozione della relazione nell'ambito lavorativo. Progetto per un intervento formativo., Pagina 2

Tesi di Master

Autore: Alina Dohotaru Contatta »

Composta da 33 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 923 click dal 16/04/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.