Enterprise Risk Management: il caso Gruppo Telecom Italia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 3 potrebbero presentarsi nel raggiungimento dei propri obiettivi. Le aziende stanno iniziando a comprendere che il rischio non Ł piø un onere da sopportare, bens , se ben gestito, pu diventare un fattore critico di successo e dare un vantaggio competitivo in grado di garantire la protezione dell attivit aziendale e il suo sviluppo. Nonostante ci , il Risk Management in Italia Ł una realt ancora poco conosciuta e soprattutto, poco praticata per diversi motivi. Innanzitutto, non si pu non tenere conto della struttura del nostro sistema economico, che vede il prevalere di unit aziendali di dimensioni medio- piccole, poco inclini a sviluppare ampie strutture amministrative. Inoltre, Ł da sottolineare le carenze culturali, relative sia alla tendenza dei manager italiani a sottovalutare o ad ignorare i rischi di evento dannoso, sia all incapacit di sviluppare quell atteggiamento orientato alla sicurezza che trova piø frequentemente riscontro in altri paesi. Infatti, il mondo anglosassone, e in particolare gli Stati Uniti, hanno inserito da tempo il Risk Management fra le tecniche manageriali d uso comune nella maggioranza delle imprese e in molte organizzazioni non- profit. Invece in Italia, come in altri paesi non arretrati (ad esempio il Giappone), questa metodologia Ł poco conosciuta e poco utilizzata: sembra perci lecito, in relazione al contesto nazionale, parlare del Risk Management come di una funzione allo stato embrionale di sviluppo, una vera e propria innovazione che attende di essere applicata nella realt delle aziende. La cultura del

Anteprima della Tesi di Michele Iervolino

Anteprima della tesi: Enterprise Risk Management: il caso Gruppo Telecom Italia, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Michele Iervolino Contatta »

Composta da 212 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3821 click dal 15/04/2010.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.