Skip to content

Impiego della PEC in ambito amministrativo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 2 EVOLUZIONE E STATO DELL’ARTE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Il termine “amministrazione pubblica” definisce la concreta attività dello Stato svolta per provvedere ai pubblici bisogni. Lo svolgimento di tale attività viene comprovata dal “documento” generalmente definito in quest'ambito come una scrittura atta a fornire una prova o convalida in ambito burocratico, amministrativo, giuridico. Il processo di evoluzione della pubblica amministrazione vede nella trasformazione del documento su supporto cartaceo in documento elettronico il suo punto di partenza, infatti la gestione elettronica della documentazione permette notevoli vantaggi dal punto di vista gestionale consentendo di raggiungere il livello di ottimizzazione tale che, come sancito dalla legge 241/90, apre le porte ad una nuova concezione dell'attività amministrativa, comportando la fissazione dei criteri di operosità della pubblica amministrazione tesi al raggiungimento delle tre “e” ossia economicità, efficacia ed efficienza. Considerato che la conservazione dei documenti è obbligatoria al fine di provare l'esistenza di atti o fatti giuridicamente rilevanti, come detta la norma del codice civile (art.2220) risalente ad oltre sessant'anni fa ma tutt'ora in vigore, che fa obbligo di conservare una nutrita documentazione per ben dieci anni, oltre ai bisogni individuali di natura interna e gestionale, bisogna considerare la crescita esponenziale sia della tipologia che della quantità di documenti cui è obbligatoria la conservazione, di conseguenza l'utilizzo di un supporto con dimensioni ridotte e facilmente gestibile come quello elettronico è diventata un'esigenza di primaria importanza per la pubblica amministrazione. Il superamento del tradizionale documento cartaceo, il passaggio dalla carta al bit, la sottoscrizione elettronica rappresentano la premessa indispensabile affinché la pubblica amministrazione possa compiere il salto verso la modernizzazione intesa come sinonimo di maggiore efficienza. Nel seguente capitolo viene prospettata una panoramica del passaggio al documento elettronico, la corrispondente normativa contenuta nel codice di amministrazione digitale soffermando l'attenzione sull'importanza del documento informatico, della firma digitale e la posta elettronica certificata. 2.1 Lo stato attuale della pubblica amministrazione La Pubblica Amministrazione nello stato attuale è inserita in un contesto nella quale vi è un crescente utilizzo di strumenti informatici, finalizzati principalmente alla facilitazione della produzione di atti in forma cartacea. La stesura di documenti amministrativi avviene ormai esclusivamente mediante l'utilizzo di normali calcolatori per mezzo di word processor1, grazie all‟utilizzazione di software2 di diffusione praticamente standard ed attraverso delle macchine per la stampa vengono riprodotti su supporti cartacei. L‟archiviazione delle pratiche, oltre che nel classico modo cartaceo, tuttora predominante, con la produzione di fascicoli protocollati, avviene anche per mezzo telematico, con l‟indicizzazione dei documenti ed una trasposizione su supporti informatici del documento. Banche dati che raccolgono informazioni di varia natura catasto, anagrafi, archivi sanitari, registri automobilistici, sono da tempo presenti, ed hanno, senza ombra di dubbio, contribuito al miglioramento funzionale delle amministrazioni che le hanno predisposte. I vantaggi derivanti dall‟utilizzo delle ICT sono numerosi e di notevole importanza. Bisogna precisare che un documento prodotto in forma elettronica si può archiviare su supporti ottici o 1 word processor: applicazione software per la videoscrittura e l‟elaborazione di testi 2 software: Insieme dei programmi che gestiscono e specializzano il funzionamento di un elaboratore
Anteprima della tesi: Impiego della PEC in ambito amministrativo, Pagina 3

Indice dalla tesi:

Impiego della PEC in ambito amministrativo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Scotto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: GianniFenu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi