Skip to content

Visita guidata a ''Babel Tower'' di Antonia Susan Byatt

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 l’abitudine a strutturare i propri romanzi su diversi piani di scrittura, può mettere in difficoltà il lettore medio al suo primo approccio.1 La lingua adoperata dalla Byatt, inoltre, è estremamente ricca e lascia indovinare non solo la volontà di creare i consueti effetti di musicalità, ma anche e soprattutto quella di suscitare impressioni visive nel lettore, com’è dimostrato dall’insistenza posta nelle minuziose descrizioni degli abiti dei personaggi, degli ambienti, e dall’importanza assegnata alle sfumature di colore. La Byatt non si limita a raccontarci delle storie; la accompagnano sempre l’inguaribile desiderio di sapere e quello, forse ancora più nobile, di condividere tale sapere con i lettori. Ecco svelata la ragione per cui l’autrice non si risparmia una volta di sconfinare in ambiti che non le competono in senso stretto, riuscendo, ciò nondimeno, a cavarsela egregiamente sempre, quale che sia l’argomento trattato. 1.2 Del perché “Babel Tower” necessiti di una visita guidata. Come si è detto, ciascuno dei quattro romanzi è complesso già di per sé e questo per due ragioni essenziali: la natura stessa del progetto iniziale, che prevede la forte compresenza sulla scena di più personaggi in progress e della specifica temperie culturale di quegli anni, a sua volta in progress (tutt’altro che relegata sullo sfondo, come il più delle volte avviene), e il modo tutto particolare della Byatt di veicolare informazioni. Si intenda da subito che questa relazione si prefigge una lettura critica limitata al terzo volume della saga dei Potter, riservandosi per il futuro la possibilità di estendersi fino a coinvolgere tutta la quadrilogia. Nella quarta di copertina della seconda edizione italiana di Babel Tower, leggiamo: Nel cuore di questo libro ci sono una donna e un bambino. Frederica fugge da un matrimonio sbagliato e da un mondo che non le appartiene, per ritrovare intatta la libertà del corpo, del pensiero e della fantasia. Al suo fianco, il piccolo Leo con la sua confusa e caparbia volontà di non lasciarla andare. Il loro è un tuffo senza rete nel grande mare degli anni Sessanta. E alla loro storia si intrecciano, in un immenso ambizioso arazzo, tutti i fili di quell’epoca e della sua temperie culturale, estetica e morale. Un grande romanzo con dentro molti libri, la passione e la trasgressione, la ricerca di un modo nuovo di dirsi e di dire, un’amara favola sadiana per distruggere l’ultima utopia, un processo di divorzio e uno per oscenità, i lavori di una commissione ministeriale per l’insegnamento della lingua inglese, i Beatles e Mary Quant, il fermento artistico, gli echi della guerra in Vietnam… Un grande viaggio nella “Swinging London” dove non tutto è novità, libertà, fantasia.2 1 Si rimanda al capitolo 3 di questo lavoro. 2 A. S. Byatt, La torre di Babele, a cura di A. Nadotti e F. Galuzzi, Giulio Einaudi editore, Torino, 1997
Anteprima della tesi: Visita guidata a ''Babel Tower'' di Antonia Susan Byatt, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Visita guidata a ''Babel Tower'' di Antonia Susan Byatt

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Colandrea
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Lia Pacinotti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

babel tower
bambini
byatt
chiocciola
comunità
connessione
elicoidale
embedded narrative
embedding
forster
frederica quartet
geni
helix hortensis
helix nemoralis
laminazione
lawrence
linguaggio
postmodernismo
postmoderno
potter
sixties
struttura genetica
swinging london
ursprache

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi