Skip to content

Sviluppo di un'interfaccia uomo - robot basata su sintesi vocale per concatenazione

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Voder, di cui venne data una dimostrazione nel 1939 durante la Fiera Mondiale di New York. Questo momento segn il passaggio dall approccio me ccanico verso quello elettronico e, sulla scia dell evoluzione tecnologica, la ricerca in campo fonetico fece passi da gigante in poco tempo. Il Dott. Franklin S. Cooper e i suoi colleghi dei Laboratori Haskins realizzarono alla fine degli anni quaranta il Riproduttore di sequenze, completato nel 1950. Di questo dispositivo furono realizzate diverse versioni di cui soltanto una Ł arrivata fino ai giorni nostri. Il dispositivo converte in suono le immagini dello spettro acustico della voce e fu proprio grazie a questo meccanismo che Alvin Liberman e i suoi colleghi scoprirono le caratteristiche acustiche alla base della percezioni dei segmenti fonetici (consonanti e vocali). Nel 1961 i fisici John Larry Kelly Jr e Louis Gertsman, nell ambito di diversi esperimenti condotti all int erno dei laboratori Bell, utilizzarono un computer IBM 704 per sintetizzare la voce e nel 1968 venne realizzato il primo sistema Text-To-Speech della storia. Dagli anni 70 in poi lo sviluppo delle tecniche di sintesi rimase strettamente legato al progresso tecnologico. Con l evoluzione dell informatica, non ci si limit piø a simulare i l parlato tramite circuiti elettrici, bens i circuiti elettrici stessi venivano simulati dai computer. Fu cos che negli anni ’80 i sintetizzatori vocali ebbero come obiettivo primario quello di ottenere una buona intelligibilit , associata all’esigenza di contenere lo spazio di memoria destinato all’archiviazione dell’intera base dati acustica (100.000 byte). In questi anni infatti vennero introdotti nei sistemi con precisi scopi pratici e di conseguenza richiedevano un accettabile compromesso tra qualit e spazio occ upato. I maggiori progressi nelle tecniche di sintesi vocale si sono avuti negli ultimi dieci anni. Le prime voci utilizzate erano prodotte da un modello di sintesi denominato sintesi difonica. Le voci venivano campionate a partire da brani di parlato reale incisi su registratore e poi scomposte nei loro fonemi costitutivi. Si trattava del primo esempio di sintesi per concatenamento, ma il suono aveva ancora un che di innaturale e di artificioso. In realt , s i continuano ad usare le voci difoniche per alcune lingue meno diffuse, e, soprattutto, per vocalizzare i testi di computer palmari o di telefoni cellulari, visto che la tecnologia difonica presenta un consumo di risorse limitato sia in termini di memoria che di processore. Ma si dovette attendere l’avvento di una nuova tecnica definita "selezione di unit " per riuscire a conferire alle voci quel bel suono naturale che attualmente le contraddistingue. Si tratta ancora una volta di una sintesi per concatenamento, ma la differenza sta nel fatto che le unit di concatenamento adoperate sono piø estese rispetto ai singoli fonemi, essendo formate o da parole intere o, talvolta, da frasi complete.
Anteprima della tesi: Sviluppo di un'interfaccia uomo - robot basata su sintesi vocale per concatenazione, Pagina 5

Preview dalla tesi:

Sviluppo di un'interfaccia uomo - robot basata su sintesi vocale per concatenazione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Furlan
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dell'informazione
  Relatore: Massimiliano Nolich
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 69

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi