Skip to content

Il prezzo della gloria: il rapporto tra la SLA e il mondo dello sport

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
13 gli antiinfiammatori possano condurre alla inibizione cronica dell‟attività gliale, una protezione fisiologica fondamentale delle cellule nervose che potrebbe contribuire all'instaurarsi della patologia. Secondo Beretta, infatti, mentre il corretto uso di queste sostanze impedisce l‟attivazione gliale (coinvolta nella morte motoneuronale), quantità esagerate provocherebbero una permanente inibizione di questo processo, responsabile della degenerazione dei motoneuroni. Poi vi è la teoria dell‟eccitossicità, cioè l‟eccesso di glutammato con conseguente iperattività delle cellule nervose. Il suo valore è molto elevato nel liquor cerebrospinale dei pazienti affetti, mentre è ridotta la sua circolazione nel midollo spinale. «Proprio l‟acido glutammico è contenuto in molti integratori usati dagli sportivi», sostiene il dott. Giuseppe Banfi, direttore sanitario della clinica ortopedica “Galeazzi” di Milano. Qualcuno obietta che gli stessi farmaci circolati negli spogliatoi pallonari di qualche anno fa giravano anche in altri sport (vedi il ciclismo, vera colonia del doping, o il basket), eppure questi non sembrano essere toccati da tale fenomeno clinico. Saranno necessari anni di studio per poter arrivare ad una conclusione certa, ma soprattutto occorrerà abbattere il muro del silenzio alzato dagli stessi calciatori, centro gravitazionale di questo mistero. L'ipotesi più suggestiva sulle cause della diffusione della malattia vede sotto accusa i pesticidi e i fertilizzanti usati per l'erba dei campi da gioco. Tale ipotesi è scaturita da uno studio epidemiologico condotto in Sardegna sulla prevalenza della Sla tra gli agricoltori ed ha incuriosito altri esperti, scatenando altresì varie inchieste giornalistiche. Guariniello ha mandato i suoi ispettori negli stadi e agli allenamenti dei club più colpiti, ha fatto interrogare i giardinieri e i manutentori dei prati, sta ricostruendo l‟elenco dei prodotti più usati per curare il verde: si ricorre spesso alla formaldeide, un potentissimo battericida. «Nel complesso – spiega il dott. Adriano Chiò, neurologo dell‟ospedale “Le Molinette” di Torino - le evidenze attualmente sembrano pertanto indicare che la SLA sia una malattia multicausale, forse una sindrome che include un mix di patologie clinicamente e patologicamente simili, con una via biochimica finale. Per quanto riguarda l‟attività sportiva agonistica, la maggior parte dei dati di cui disponiamo sono rappresentati da segnalazioni aneddotiche, a partire dal celebre caso del giocatore di baseball Lou Gehrig, che sviluppò la malattia nel 1939.
Anteprima della tesi: Il prezzo della gloria: il rapporto tra la SLA e il mondo dello sport, Pagina 6

Preview dalla tesi:

Il prezzo della gloria: il rapporto tra la SLA e il mondo dello sport

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ivan De Vita
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Daniela Morandini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 118

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

borgonovo
calciatori
calcio
charcot
doping
gehrig
morbo
pesticidi
signorini
sla
sport
traumi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi