La Corte Speciale di Giustizia in Mantova: il reato di alto tradimento nel Regno Lombardo-Veneto (1854-1857)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

CAPITOLO 1. IL CODICE PENALE AUSTRIACO DEL 1803 14 Lachiusuradelverbaledelcostituto rappresentalafinedell’inquisizionespeciale e consente di passare alla sentenza, pronunciata entro otto giorni dalla chiusura: la decisione ` e collegiale e viene presa a maggioranza; in caso di parit` a, risulta sempre decisivo il voto del presidente della corte. Viene pronunciata una as- soluzione quando tutti gli indizi a carico dell’imputato vengono cancellati, dopo l’attenta investigazione; invece, l’imputato viene condannato se l’inquirente ` e riuscito ad ottenere la prova legale; infine, l’inquisizione viene sospesa, nel caso in cui sia mancata la prova legale della colpevolezza, ma sul conto dell’imputato continuino a gravare indizi e sospetti 7 . La sentenza viene subito pubblicata ed eseguita, anche se le motivazioni vengono rese note soltanto su domanda di chi ha il diritto di impugnare la decisione e fare ricorso. Ci sono per` o dei casi in cui, d’ufficio e indipendentemente da ogni impu- gnazione, le sentenze vengono inviate immediatamente al superiore grado di giudizio: ad esempio, per reati particolarmente gravi (alto tradimento e reati di Stato, omicidio), oppure quando la condanna sia avvenuta senza la confes- sione dell’imputato o anche quando la pena sia molto rigorosa. A sua volta, il Tribunale Superiore d’Appello deve trasmettere le proprie sentenze al Tribunale Supremo di Giustizia, ma le decisioni di quest’ultimo vengono sottoposte al sovrano solo in caso di pena di morte, in quanto solo all’imperatore spetta il potere di concedere la grazia 8 . L’istanza superiore pu` o anche scoprire un difetto formale, durante il processo, che abbia influito sulla formazione della sentenza: in questo caso, rinvia gli atti al tribunale inferiore, invitandolo a rimediare al- l’errore e a pronunciare una nuova sentenza, sulla quale potr` a poi tornare ad esercitare il proprio controllo. Il ricorso vero e proprio, che riguarda la legalit` a della procedura oppure la sentenza 9 , pu` o essere presentato nei confronti di una sentenza di primo grado non suscettibile di trasmissione diretta all’istanza su- periore, oppure nei confronti di una sentenza, emanata dal Tribunale Superiore d’Appello, che abbia confermato aggravandola la sentenza di primo grado; inol- tre, per la redazione del ricorso, l’imputato ha il diritto di avvalersi dell’aiuto di un difensore tecnico. Nel caso in cui il ricorso venga accolto, il Tribunale Supe- riore d’Appello pu` o sospendere l’esecuzione della sentenza, fino alla conclusione delprocedimentod’impugnazione,evietarelareformatioinpeius dellasentenza. Il Codice Penale Universale appare, in molti punti, contraddittorio e svela apertamentechel’Illuminismogiuridicoerastatoaccettatopressolacorteasbur- gica nella misura in cui riusciva funzionale alla costruzione di una monarchia assoluta, in cui, come afferma Vinciguerra, “tutti i sudditi avessero diritti e doveri ben definiti e fossero eguali dinanzi al Sovrano” [Vinciguerra, 1997]. Ad esempio, il rapporto tra il ruolo del giudice e la legge viene immediatamente 7 Inquest’ultimocaso, l’imputatovienespessosottopostoamisuredipoliziael’inquisizione pu` o essere riaperta, una volta ottenute maggiori prove e se non sia intervenuta la prescrizione. 8 Nel Regno Lombardo-Veneto, in particolare, il sistema delle corti di giustizia si consolid` o intorno ai tribunali criminali per la prima istanza (organi collegiali composti da un numero variabile di giudici, calcolato in base all’importanza della sede e dei relativi carichi di lavoro, e stabiliti nei capoluoghi di provincia), ai tribunali superiori di Milano e Venezia per l’appello (formate da un presidente, un vicepresidente e venti tra consiglieri ed assessori) e in ultima istanza sul Senato Italiano del Tribunale Supremo di Giustizia di Verona (composto da un vicepresidente e da nove consiglieri aulici). 9 Nelprimocaso, siassumechel’inquisizionesiastataavviataecondottasenzamotivazione legale; nel secondo caso, si rileva che il condannato, sulla base delle prove acquisite, doveva essereassoltoobeneficiaredellasospensionepermancanzadiprovelegali, oanchecondannato a una pena pi` u lieve.

Anteprima della Tesi di Eleonora Zanasi

Anteprima della tesi: La Corte Speciale di Giustizia in Mantova: il reato di alto tradimento nel Regno Lombardo-Veneto (1854-1857), Pagina 11

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eleonora Zanasi Contatta »

Composta da 278 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 152 click dal 11/02/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.