La revisione del bilancio di esercizio nelle BCC

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 1.1 Introduzione del bilancio IAS A partire dal 2005 tutte le Società dell‟Unione Europea quotate o appartenenti a Gruppi quotati (comprese le banche e le assicurazioni), sono obbligate a redigere il bilancio d‟esercizio e il bilancio consolidato applicando i principi contabili internazionali, i cosiddetti “International Accounting Standards” (IAS), elaborati ed emanati dallo IASB (International Accounting Standard Board)1 e tradotti (nonché adattati alla realtà nazionale) dalla suddetta Commissione paritetica. Le ragioni alla base della necessità di applicazione a livello internazionale di un corpo univoco di principi contabili, sono da ricercarsi nello strumento stesso che il documento di bilancio rappresenta. Il bilancio può essere descritto come un insieme di informazioni, raccolte ed elaborate, al fine di rappresentare in maniera veritiera e corretta, la situazione patrimoniale, economica e finanziaria della società. Il documento di bilancio dovrebbe, in via primaria, esprimere non soltanto lo status attuale dell‟azienda, ma anche rispecchiare ciò che è stato l‟andamento passato, oltre ad indicare l‟orientamento futuro dei flussi finanziari e dei cicli economici che caratterizzano l‟attività stessa ed esporre i risultati ottenuti dall‟amministrazione. Per comprendere le finalità del documento in esame, occorre tener presente i soggetti a cui si rivolge, ma soprattutto le necessità dei suoi utilizzatori: il bilancio è allora uno strumento interpretativo non sostituibile nel processo decisionale di tipo economico. Inoltre la crescente globalizzazione ed evoluzione dei mercati finanziari ha evidenziato le problematiche legate alla non confrontabilità dei bilanci redatti in base a principi molto diversi; basti pensare alle difficoltà legate al consolidamento in presenza di gruppi con società sparse in diversi Paesi. L‟obiettivo di tale strategia è quindi la promozione della crescita e dell‟occupazione nell‟Unione Europea attraverso il miglioramento della comparabilità dei bilanci e della trasparenza delle informazioni finanziarie prodotte dalle imprese. Le società interessate sono favorevoli all‟adozione degli IAS poiché ciò facilità le fusioni e le acquisizioni e agevola la commercializzazione dei valori mobiliari nonché le operazioni di finanziamento. 1 Organismo di diritto privato al quale partecipano le professioni contabili dei principali paesi nonché, in qualità di osservatori, l‟Unione Europea, lo IOSCO e il Comitato di Basilea.

Anteprima della Tesi di Alessia Olimpia Ruini

Anteprima della tesi: La revisione del bilancio di esercizio nelle BCC, Pagina 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Alessia Olimpia Ruini Contatta »

Composta da 92 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2576 click dal 27/04/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.