Skip to content

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 finanziaria che ci rende immune da eventuali vortici di crisi prodotte da Paesi a forti economie instabili, con effetti di riduzione dell’export e decremento del costo della materia prima. Tuttavia solo con una mutua collaborazione si reggerà meglio la sfida; durante la Crisi del ’29, Keynes 9 , parlò del ruolo svolto dallo Stato, con incremento del peso delle aspettative e della speculazione dei mercati finanziari. Obiettivo della politica macroeconomia è il pieno impiego, stabilità monetaria, equilibrio esterno, concorrenza, trasparenza e funzionalità dei mercati (crescita ed efficienza), sono diventati obiettivi di ogni Stato. Lo Stato ha individuato nella funzione di politica economica una nuova legittimazione mentre perdeva rilievo; con esso anche il ruolo del sindacato, movimento operaio, più salari, più previdenza sociale, migliorò lo stato di benessere sociale apportando un notevole valore aggiunto alla collettività con effetti della fine del Laissez-Faire. Assistiamo al fatto che i tassi d’interesse reali a lungo termine sono oggi su valori (4-5%) doppi rispetto a quelli d’inizio secolo e più che doppi rispetto al minimo storico degli anni 1950-80; invariate sono le posizioni relative dell’America Latina, spiccano recenti storie di successo dei singoli Paesi, che tendono ad un progresso sistematico e continuo. Non partecipa l’Africa, il cui prodotto pro-capite, non raggiunge quello dell’Europa Occidentale di due secoli fa, vivendo con un reddito compreso fra 1/100 e 1/50 di chi vive in USA. La ricchezza di uno Stato dipende dalla quantità della popolazione superiore a 5 milioni ed una economia che non sia fondata sulla monocultura, presentando un prodotto pro-capite non inferiore di ⅓ rispetto a quello dell’economia più avanzata. Ad esempio il club dei più ricchi comprendeva solo 8 Stati alla fine dell’800 (U.K., Australia, Olanda, Svizzera, USA, Belgio, Germania, Francia). Alla fine dell’900 il gruppo è salito a 15 Stati, aggiungendosi: Italia, Finlandia, Canada, Svezia, Austria, Danimarca, Giappone; dall’800 il prodotto pro-capite dell’Italia è aumentato del 70%, era sceso dall’85% al 57% di quello europeo, mentre oggi è sulla media europea superiore a quello del Regno Unito. Tuttavia, la ricchezza e industrializzazione di U.K, Belgio, USA e Germania dipese dall’abbondanza di riserve di carbone, mentre la Francia era povera di queste materie prime; altro aspetto la “Statistica” era caratterizzata da mezzi e dati scarsi e poco affidabili che determinò eventuali omissioni ed errori. Il ritmo di urbanizzazione della Francia era molto basso, dovuto alla lenta crescita demografica con forte percentuale impiegata nel settore dell’agricoltura. 9 N.d.a. Jhon M. Keynes, con la Teoria generale, non ha prodotto una “nuova” economia se non per coloro che ignorano l’antica di A. Smith. A. Smith, La Ricchezza delle Nazioni, Utet, Totino, 2008 ristampa, p. 38.
Anteprima della tesi: L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta, Pagina 3

Indice dalla tesi:

L'attualità del Grande Crollo degli anni Trenta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Maurizio Settembre
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: PietroCafaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 264

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analogia crisi del '29 e quella attuale
crisi attuale italia
deflazione e inflazione
diseguaglianze economiche
f.d. roosevelt
gli stati uniti dalla depressione all'era di roos
grande crescita economica usa 1890 - 1900
h. hoover
ii new deal
infrastrutture
l'italia durante la crisi del 1929
la germania durante la crisi del 1929
le ripercussioni del crollo di wall steet in euro
lo stato spendendo arrichisce
new deal
organizzazione scientifica del lavoro
prima gestione della crisi 1929 - 1933
produzione di massa
ruolo dei derivati
ruolo della finanza di ieri e oggi a confronto
sottoconsumo
sovrapproduzione
tva (tennessee valley authority)
uscita definitiva dalla crisi economica del 1929

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi