Skip to content

Immigrazione e violenza intrafamiliare: gli omicidi familiari tra migranti (1996-2009)

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 1.2 L'immigrazione e la presenza straniera nell'Europa dei 27 Nel 1992 (entrato in vigore il 1º novembre 1993) venne costituita l’Unione Europea ed a oggi gli stati membri sono 27. Prendendo in considerazione i cittadini stranieri residenti, la loro presenza è pari, all’inizio del 2008, a circa 30.798.000 individui: il 6,2% della popolazione complessiva (Caritas/Migrantes 2009). La presenza straniera extra-UE è pari a 19.500,00 unità, composta prevalentemente da quei lavoratori altamente specializzati, da relativi ricongiungimenti familiari, e infine dai richiedenti asilo. Seguendo la distinzione operata dal rapporto Caritas/Migrantes su statistiche elaborate dall'Eurostat (Ufficio Statistico Europeo), è possibile suddividere i paesi dell'UE in tre raggruppamenti, che comprendono quei paesi di storica tradizione di immigrazione (Francia, Germania e Regno Unito), i paesi che hanno una storia recente di immigrazione (Italia, Irlanda e Spagna), e infine, i 12 paesi dell'allargamento, appartenenti all'Europa Centro Orientale (Polonia, Lettonia, Lituania e Bulgaria). Con rispettivamente 3.674.000, 7.255.400 e 4.020.800 residenti al 2008, Francia, Germania e Regno Unito ospitano da soli il 48,6% della popolazione straniera in UE e, al contempo, registrano oramai un numero notevolissimo di seconde e terze generazioni (Caritas/Migrantes, 2009). Il secondo raggruppamento è composto da quei paesi divenuti meta di immigrazione negli ultimi anni, parallelamente alla crescita del sistema economico dopo la fine degli anni '90, cioè dall'Italia, Irlanda e Spagna; questi ultimi due paesi hanno conosciuto incrementi percentuali del 400% in Irlanda e del 726% in Spagna. L'ultimo raggruppamento si caratterizza per la prevalente esistenza di flussi di emigrazione. Questi flussi intra-europei est-ovest hanno visto una diminuzione delle uscite nell'ultimo biennio a seguito della crisi internazionale, che ha avuto forti ripercussioni sul mercato del lavoro di tutti i paesi europei. Nei diversi paesi, s'è registrato un calo dei flussi di ingresso, cioè il numero di immigranti entrati con chiamata diretta dei datori di lavoro è minore agli altri anni. . Nonostante la crisi economica e le politiche emigratorie sempre piø restrittive, non v'è ragione di supporre che gli immigrati presenti in Europa rientrino in massa nei paesi di origine, soprattutto se in questi luoghi la situazione politica ed economica rimane sfavorevole..
Anteprima della tesi: Immigrazione e violenza intrafamiliare: gli omicidi familiari tra migranti (1996-2009) , Pagina 3

Indice dalla tesi:

Immigrazione e violenza intrafamiliare: gli omicidi familiari tra migranti (1996-2009)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Nicolina Rosi
Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Esperti nell'analisi dei problemi legati alla devianza ed alla criminalità nella predisposizione di interventi socio-educativi di prevenzione
Anno: 2010
Docente/Relatore: Gaetana Russa
Correlatore: ConcettaEpasto
Istituito da: Università degli Studi di Messina
Dipartimento: Scienze Forensi
Lingua: Italiano
Num. pagine: 49

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

1996-2009
caratteristiche stranieri autori di omicidiofamili
cittadini residenti
contesti dell'omicidio familiare
contesto ed etnia
criminalità straniera
immigrazione
immigrazione e criminalità
invecciamento della popolazione
italia
mezzo lesivo
migranti
odierne migrazioni
omicidi familiari tra migranti
popolazione starniera
reato d'impeto o programmanto
ricerca
stranieri
violenza
violenza intrafamiliare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi