Le nuove dimensioni del merchandising distributivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il merchandising nella distribuzione 11 Figura 2 bottegaio nel retrobottega 3) Nel 1852 arrivano i grandi magazzini Bon marché inventati da Auristide Bocicaut I prodotti scavalcano la barriera del bancone e del venditore ed occupano gli scaffali. Per la prima volta Il consumatore ha la possibilità di un contatto diretto ed immediato con tutti i prodotti. Il venditore deve solo consegnare i prodotti e non più come prima promuoverli,per cui il suo intervento è importante ,ma non più determinante. Assistiamo alla cosiddetta rivoluzione del commercio 4) nel 1928 i grandi magazzini subiscono un'evoluzione diventando magazzini popolari:la superficie di vendita è più modesta e accoglie un numero inferiore di articoli , vendita e incasso semplificati. Il ruolo del venditore è sempre meno importante : il cliente sceglie da solo il prodotto , se lo fa confezionare dal venditore che lo consegna. 5) Si arriva al libero servizio : il cliente circola liberamente nel punto vendita , sceglie i suoi

Anteprima della Tesi di Ferdinanda Sisca

Anteprima della tesi: Le nuove dimensioni del merchandising distributivo, Pagina 9

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ferdinanda Sisca Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7098 click dal 27/05/2010.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.