Musica 2.0 - Come Internet ha cambiato il panorama della musica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Pagina | 8 Parallelamente all'uso pratico nelle discoteche ad opera dei dj, vi è poi una larga nicchia di cultori che preferiscono ascoltare la musica in vinile. Alla base di questa scelta ci sono motivazioni acustiche, che hanno dato origine negli anni ad un dibattito particolarmente sentito. Non sono pochi coloro che sostengono una sostanziale perdita di qualità e corposità del suono con l'avvento del cd e dei nuovi formati di compressione musicale come l'mp3. Secondo gli amanti del vintage, il tracciato su vinile e la riproduzione con giradischi restituiscono al suono la propria natura. Tutte le imperfezioni e i graffi, che fanno saltare il suono o lo sfumano, rappresentano un valore aggiunto che impreziosisce e valorizza la musica su vinile. Sono ancora molti i cantanti che, con particolare attenzione a questa fascia di consumatori, decidono di mettere in vendita le loro ultime produzioni anche su dischi in vinile, riconsegnando a questi “oggetti di culto” una posizione di rilievo sugli scaffali dei negozi di musica. 1.3 … e poi arrivò la “luce” A partire dagli anni ottanta, con la sempre maggiore digitalizzazione che ha invaso anche il campo musicale, il giradischi, straordinariamente sfruttato a cavallo tra i due secoli, è stato progressivamente soppiantato dalle nuove tecnologie. Da quando il Compact Disc (cd) fu ideato, nel 1979, si dovettero attendere alcuni anni prima che fosse diffuso e assorbito dai consumatori. Il nuovo supporto si presentava (e si presenta tuttora) come un disco trasparente in policarbonato dal raggio di 6 cm.

Anteprima della Tesi di Arianna Ceccarelli

Anteprima della tesi: Musica 2.0 - Come Internet ha cambiato il panorama della musica, Pagina 8

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Arianna Ceccarelli Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6815 click dal 10/05/2010.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.