Skip to content

Radio Deejay, R101 e Radio 24 - A confronto tre strategie di successo nel panorama radiofonico nazionale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 fuori dalla giurisdizione di qualsiasi governo. A differenza degli Stati Uniti, quindi, dove, in assenza di forme di monopolio o concessione statale, gli unici problemi sono legati al reperimento di finanziamenti sufficienti e all’accesso all'ente tecnico regolatore delle attrezzature20, in Europa inizia una fase di proliferazione di radio libere, cioè radio indipendenti dalle grandi reti nazionali. E’ necessario violare la legge se si è intenzionati a trasmettere via radio ed è quanto fanno le radio pirata, poi radio libere, che raggiungono l’apice di seguito e di successo anche grazie alle possibilità offerte dai cambiamenti culturali, sociali, linguistici e di anarchia di quegli anni, dominati dalla contestazione giovanile scatenatasi negli Stati Uniti e poi diffusasi in Europa e in Italia. E’ proprio la radio a fare da trait d’union tra due culture così antitetiche ed è sempre la radio a raccogliere e diffondere le provocazioni giovanili, a trasformare la musica in messaggi di controcultura. Il solo fatto, poi, di essere in quel momento libere ma illegali e perseguitate dalle istituzioni le trasforma in simbolo di rivoluzione. La prima radio a trasmettere off-shore21 è Radio Mercur22, allestita su una nave da trasporto battente bandiera panamense e ancorata a largo delle coste di Copenaghen; con Mercur nasce la prima radio commerciale del Nord-Europa, svincolata da ogni controllo governativo: “gli ideatori di questa avventura scelsero per Radio Mercur, con astuzia, la frequenza di 93,13 mhz, a cavallo tra il primo e il secondo programma danese. Nessuno, passando dall’uno all’altro canale, poteva evitare di sbattere contro questo scoglio musicale, tanto diverso dai soliti programmi”23. Ben presto ne seguono molte altre dando inizio all’epopea delle radio pirata; tra queste la svedese Radio Nord24 e l’olandese Radio Veronica25, anche se la più famosa e la più gloriosa, che resta in attività per più di 26 anni, è certamente Radio Caroline (la cui storia ha ispirato recentemente 20 Sono questi gli anni raccontati dal film “Radio Days” di Woody Allen, citati anche nel film dei fratelli Cohen “Brother, where are you?”, www.musicaememoria.com 21 Al largo, lontano da terra. 22 Radio pirata danese, inizia a trasmettere regolarmente il 2 agosto del 1958 e viene chiusa ufficialmente il 31 luglio 1962. 23 G. Bernardini, 50 anni fa i pirati dell’etere: e l’Europa scoprì il rock,Avvenire, 27 luglio 2008. 24 Radio off-shore che opera brevemente dal 8 marzo 1961 al 30 giugno del 1962 da una nave ancorata nelle acque internazionali del Mar Baltico. Successivamente inizia a trasmettere legalmente dagli uffici collocati nel cuore di Stoccolma. 25 Radio pirata, inizia a trasmettere nel 1960; viene ricordata per la durata delle proprie trasmissioni off-shore: 14 anni continuativi, il periodo di attività più lungo mai registrato per una radio pirata (Radio Caroline resta in attività per più di 26 anni, anni ma non consecutivi).
Anteprima della tesi: Radio Deejay, R101 e Radio 24 - A confronto tre strategie di successo nel panorama radiofonico nazionale, Pagina 12

Preview dalla tesi:

Radio Deejay, R101 e Radio 24 - A confronto tre strategie di successo nel panorama radiofonico nazionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Giambartolomei
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università Carlo Cattaneo - LIUC
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e direzione d'impresa
  Relatore: Roberta Cocco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 144

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brand
comunicazione
economia
gruppo 24 ore
gruppo espresso
management
marketing
mondadori
musica
palinsesto radiofonico
r101
radio
radio 24
radio deejay
strategia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi