Skip to content

Colonialismo e alienazione coloniale. Una lettura critica di Frantz Fanon

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 interessi di quelli industrializzati, ma avrebbe cambiato completamente il tessuto connettivo delle realtà sociali e culturali esistenti da secoli. Questi profondi cambiamenti, instauratisi e protratti per il periodo di dominio coloniale con caratteri a volte simili e volte dissimili, tenderanno ad avere una risoluzione nella fase rivoluzionaria della decolonizzazione che, come afferma Fanon, é stata un programma di disordine assoluto, un processo storico che creò uomini nuovi e nuove identità. Gli uomini nuovi avrebbero incarnato la volontà di creare la nuova nazione, liberando i territori da quanto il colonialismo aveva portato con sé; oltre alla cultura del paese dominatore che aveva espropriato quella autoctona, perché retaggio del passato le cui tradizioni erano ritenute barbare e prive di logica: la logica dell’uomo europeo. Sarà proprio dalla cultura che l’intellighenzia africana ripartirà per affermare il proprio mondo, non attraverso un passato ormai non più esistente, ma, iniziando da quel passato, per costruire la coscienza nazionale e sociale della nuova nazione. La rivoluzione quindi avrebbe avuto bisogno del risveglio di una cultura nazionale, ma anche della lotta armata, della lotta violenta di un popolo che oppresso e assoggettato da tempo, voleva liberarsi dalla dominazione del paese straniero e dalla sua presenza morale. Quella presenza morale che gli aveva costruito addosso, l‟immagine dell‟indigeno. La civiltà coloniale, infatti, sarebbe stata spazzata via, solamente nel momento in cui il colonizzato “avrebbe alzato la testa” decretando così la rottura della diade relazionale che lega irrimediabilmente il colono al colonizzato: l’uno non può esistere senza l’altro. Il popolo colonizzato potendo finalmente raccordare nella propria personalità, la propria entità di essere umano e non di indigeno “sciocco pigro”, avrebbe unito le forze con il fine ultimo di creare l‟identità nazionale. Le opere di Frantz Fanon e di Aimé Césaire sono le custodi di una memoria che, forse, sarebbe andata persa, perchè hanno fatto da risonanza a un mondo colonizzato che, sottomesso dalla dominazione e sottoposto alle sopraffazioni, ancora non era in grado di raccontare quanto successo e quanto stava accadendo durante le lotte di liberazione. La guerra di liberazione, come afferma Fanon in “I dannati della Terra”, ha la peculiarità di sciogliere psicologicamente l’irrigidimento dei muscoli del colonizzato. Grazie alla libertà di movimento, che ha un significato sia fisico che psichico, si allenta nella mente anche la paura atavica verso il colono; infatti, il popolo africano sgranchendosi realizza la
Anteprima della tesi: Colonialismo e alienazione coloniale. Una lettura critica di Frantz Fanon, Pagina 4

Preview dalla tesi:

Colonialismo e alienazione coloniale. Una lettura critica di Frantz Fanon

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elena Albertini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze storiche
  Relatore: Francesco Paolo Rizzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aimè cesaire
alienazione coloniale
autori postcoloniali
civilizzazione
colonialismo
colonialismo e nazismo
colonizzato
colono
cultura
dicotomico
frantz fanon
homi bhabha
joseph conrad
manicheismo
medicina
miguel mellino
organizzazione del consenso
psichiatria
psicoanalitico
robert young
simone weil
stereotipi
teorie della razza
violenza

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi