Skip to content

La trasformazione della città mediterranea. Aspetti innovativi del recupero.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
21 Una panoramica sul recupero urbano sistemazione a verde di aree dismesse, ma è evidente lo sforzo compiuto dalle municipalità nella definizione di una strategia d’azione integrata e globale per massimizzare gli effetti fisici degli investimenti, generandone di nuovi (sia pubblici sia privati). I risultati e le “buone pratiche” di questi progetti sono raccolti nel Rapporto Annuale sui Progetti Pilota Urban del 1996, pubblicato per conto della Direzione Generale per la Politica Regionale e di Coesione della Commissione europea per favorire la divulgazione e conoscenza delle attività svolte. I successi del primo bando incoraggiano gli enti locali di tutta Europa nella partecipazione a Urban I, la seconda fase di progetti pilota indetta dalla Commissione Europea nel 1995. Presso gli uffici competenti degli stati membri arrivano ben cinquecentotre proposte di partecipazione. Il programma Urban I ha come obiettivo principale il contrasto al disagio urbano, in tutte le sue varianti (isolamento, povertà, esclusione) grazie a interventi che migliorino l’entourage fisico e sociale dei quartieri cosicché essi abbiano effettivamente le condizioni per aumentare il benessere individuale. Si arriva perfino a formulare delle target areas per descrivere il contesto operativo del programma: • Inner-city: quartieri nel cuore del distretto urbano ma che sono esclusi dai flussi principali della vita cittadina. • Centri storici: aree centrali di valore culturale e patrimoniale che sono state abbandonate e lasciate al loro lento declino. • Aree periferiche: quartieri di periferia degli agglomerati urbani, difficilmente accessibili, costituiti per lo più da edilizia pubblica sovvenzionata o da aree industriali dismesse. I progetti attuati nelle inner-city coprono quartieri di grandi dimensioni e riguardano principalmente Francia, Regno Unito e Spagna, mentre quelli relativi ai centri storici coinvolgono i piccoli borghi di Italia e Spagna. Le aree periferiche sono invece oggetto dei programmi tedeschi, olandesi e inglesi. La definizione di una casistica areale per la definizione degli interventi è un dato positivo se si considera che una delle novità principali di Urban I è proprio l’approccio area-based, fondato su un raggio d’azione a livello di vicinato (grass-roots level): ciascun programma comprende circa 5,8 km 2 di un quartiere o di un singolo distretto amministrativo e solo nel 10% dei casi sono presenti diversi settori all'interno di un programma. Inoltre il 90% dei progetti è applicato in città con poco più di centomila abitanti. Altro aspetto innovativo del progetto Urban I è il metodo di lavoro dinamico, tipico della pianificazione integrata, che prevede nella fase attuativa dei progetti: una
Anteprima della tesi: La trasformazione della città mediterranea. Aspetti innovativi del recupero., Pagina 13

Preview dalla tesi:

La trasformazione della città mediterranea. Aspetti innovativi del recupero.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Usai
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Architettura e ingegneria edile
  Relatore: Anna Maria Colavitti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 231

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aspetti innovativi
cagliari
città mediterranea
genova
marsiglia
panorama
panoramica
pianificazione
porto
portuale
programmi europei
recupero urbano
rigenerazione
riqualificazione
società di trasformazione urbana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi