Patrimonio locale e sostenibilità al servizio dei piccoli centri urbani: Cittaslow International

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

settemila imprese agricole coinvolte (Dossier sui mercati dei prodotti agricoli locali, 2008). I mercati contadini sono nati in Alto Adige e sulla traccia di questi si stanno espandendo in tutta Italia. La Toscana a proposito, ha sviluppato il progetto “Filiera corta”, mettendo fondi a disposizione per sviluppare i mercati contadini sul territorio, facilitandone la diffusione grazie agli incentivi messi a disposizione. A suo modo, la Sicilia attraverso le domeniche d’eccellenza allestite a Palermo, ha registrato circa 1500 rapporti commerciali tra produttori e consumatori. La Puglia si contraddistingue con il farmers market di Taranto, attivo dal 1995 (Dossier sui mercati dei prodotti agricoli locali, 2008). La filiera corta garantisce al consumatore un prezzo conveniente rispetto alla distribuzione canonica, oltre ad una freschezza e rintracciabilità del prodotto. Le considerazioni fino ad ora riguardano i vantaggi a favore del consumatore, non meno importanti sono i vantaggi che riguardano in primo piano il produttore. La multifunzionalità dell’agricoltura consente maggiori entrate, non solo dalla vendita dei prodotti, ma i produttori hanno la possibilità di organizzare attività culturali, didattiche e dimostrative, tramite le quali accrescere ulteriormente i guadagni. I mercati Res Tipica, stanno diventando una realtà del nostro paese e l’espansione a macchia d’olio ha fatto si che nascesse un sito internet dove trovare ora e luogo di svolgimento dei mercati del contadino in Italia (www.mercatotipico.it). 2.1.1 I farmers market nel mondo I mercati contadini sono attivi già da anni. I primi paesi dove hanno avuto successo sono: Francia, Regno Unito, Germania e Stati Uniti. Importanti sono le differenze tra la storia e le tradizioni di questi paesi con l’Italia, come molto significative sono le differenze sulla cultura alimentare ed i modelli e modi di consumo. In questi paesi ci sono degli elementi che accomunano la modalità con la quale vengono eseguiti i mercati e sono: ◊ la cadenza settimanale per la gran parte dei mercati; ◊ la presenza di modelli di controllo volti a verificare la qualità degli alimenti e delle loro provenienza; 18

Anteprima della Tesi di Anna Tomaselli

Anteprima della tesi: Patrimonio locale e sostenibilità al servizio dei piccoli centri urbani: Cittaslow International, Pagina 11

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Anna Tomaselli Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 633 click dal 30/08/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.