Le operazioni di M&A nel settore energetico: l’internazionalizzazione delle imprese italiane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 1 – Introduzione - La teoria di creazione del valore1 L’internazionalizzazione rappresenta la via per competere e creare valore nel settore della creazione e distribuzione di energia? Nel seguente lavoro di ricerca che mi appresto a descrivere cercherò di dare una risposta alla scelta dell’internazionalizzazione come via per competere in un settore maturo come quello delle utilities. Per elaborare questo mio lavoro di ricerca mi sono avvalso dell’aiuto dell’Osservatorio operazioni M&A dell’Università Bocconi e di numerose Equity Research in merito a casi concreti di internazionalizzazione. Introduco fin da subito un concetto fondamentale, rappresentato dal tema della creazione di valore, inteso come obiettivo perseguito dalle imprese tramite i processi di fusione e acquisizione (ovvero tramite lo sviluppo per vie “esterne”). In particolar modo dopo una prima trattazione dell’andamento negli ultimi anni del mercato dell’M&A a livello generale, andremo ad analizzare nel dettaglio le strategie perseguite dalle imprese che operano nel settore energetico (di produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua) dando particolare attenzione agli sviluppi delle operazioni cross border perseguite dai player italiani come strategia per essere maggiormente competitivi a livello internazionale e per le possibili sinergie ottenibili dall’acquisizione di aziende transfrontaliere. “Creare valore” significa accrescere la dimensione del capitale economico, cioè in breve il valore dell’impresa intesa come investimento. Ma il maggior valore che via via si forma, in non pochi casi, per essere percepito e misurato dagli azionisti- risparmiatori deve passare anche nel “valore di mercato”, cioè trasferirsi sui prezzi delle azioni. “Creazione” e “diffusione” del valore sono perciò momenti complementari. I due momenti organizzativi, in tema di creazione del valore, riguardano il “controllo”, cioè la misura periodica della sua grandezza, e la “gestione”, cioè l’applicazione operativa di un approccio sistematico alla ricerca di nuovo valore. Noi ci occuperemo della creazione di valore per vie esterne che può avvenire: 1) Acquisendo dall’esterno nuove capacità e potenzialità, che fondendosi con quelle già esistenti, e compatibilmente col prezzo pagato, esaltino le prospettive reddituali o riducano i rischi (in sintesi: processi di acquisizione e fusione) 1 Fonte: Guatri, Luigi (1991). La teoria di creazione del valore: una via europea. Milano. EGEA

Anteprima della Tesi di Ivan Auriemma

Anteprima della tesi: Le operazioni di M&A nel settore energetico: l’internazionalizzazione delle imprese italiane, Pagina 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Ivan Auriemma Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3789 click dal 23/12/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.