La condizione della donna siciliana e il cinema degli anni Sessanta

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 CAP. I La condizione della donna in Sicilia 1.1. Famiglia e costume Trattare della condizione della donna in Sicilia nel decennio ‟60-‟70 vuol dire scontrarsi con una realtà complessa, difficile, piena di contraddizioni, ma in lento e continuo mutamento, poiché nuove idee e situazioni man mano si vanno sostituendo a quelle precedenti spesso inadeguate alle nuove esigenze della contemporaneità. Ancora all‟inizio del decennio in questione, continuano a persistere in gran parte quelle tradizioni secolari che volevano che la donna, a tale scopo educata sin da bambina nella famiglia patriarcale, avesse come obiettivi soprattutto il matrimonio e la maternità e che, relegata entro il chiuso delle mura domestiche, fosse sottoposta al volere dell‟uomo, capofamiglia, e dedita in speciale modo alle faccende casalinghe e alla crescita e educazione dei figli. La maggior parte dei siciliani riteneva infatti che il lavoro femminile extradomestico potesse rappresentare un rischio per il decoro e la morale della donna e inoltre guardava con sospetto, se non addirittura con compatimento, la donna nella malaugurata ipotesi che

Anteprima della Tesi di Michela Biondo

Anteprima della tesi: La condizione della donna siciliana e il cinema degli anni Sessanta, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michela Biondo Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7418 click dal 31/05/2011.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.