Skip to content

Il project financing come strumento di sviluppo del partenariato pubblico privato

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 Queste costituiscono però il livello di governo maggiormente a contatto con i cittadini, e che, quindi, è maggiormente esposto alle attese e alle pretese degli stessi; era quindi a questo livello che bisognava dare risposta alle richieste provenienti dalla società civile, nonostante i crescenti vincoli alla capacità di spesa che venivano imposti dallo Stato prima e, in seguito, anche dalla Comunità europea. In Italia, a partire dalla seconda metà degli anni ‟90, la soluzione ai problemi legati al reperimento dei fondi per gli enti locali è stata trovata, grazie anche ai più ampi margini di autonomia finanziaria garantita a questi enti nell‟ottica dell‟ampliamento delle competenze loro attribuite, nell‟adozione di nuovi strumenti di indebitamento per garantire gli investimenti in opere pubbliche. Ai tradizionali mutui erogati dalla Cassa Depositi e Prestiti si sono quindi affiancate altre più moderne e soprattutto più flessibili forme giuridiche di reperimento fondi: dapprima l'emissione di prestiti obbligazionari (BOC), cui hanno fatto seguito la cartolarizzazione dei crediti, 5 i contratti di SWAP 6 e per finire il project financing . Queste soluzioni discendono evidentemente da due teoremi fondamentali: maggior ricorso al mercato e coinvolgimento di capitali privati, sulla scorta di quanto fatto in 5 Giannotti C. (2004), La Cartolarizzazione Dei Crediti: Rischi E Regolamentazione, Franco Angeli, Milano, pag. 9: “La cartolarizzazione dei crediti rappresenta una delle più importanti operazioni di finanza strutturata avviata negli ultimi anni da banche, intermediari finanziari, imprese e amministrazioni pubbliche. Il meccanismo di base è piuttosto semplice: un originator cede crediti (o altre attività finanziarie) non negoziabili a una società qualificata (SPV), la quale provvede alla conversione di tali crediti in titoli negoziabili sul mercato (Asset Backed Securities, ABS).” Il credito viene, quindi, ceduto a terzi e il rimborso dovrebbe garantire la restituzione del capitale e delle cedole di interessi indicate nell'obbligazione; se il credito diviene inesigibile, chi compra titoli cartolarizzati perde sia gli interessi che il capitale versato. 6 Bisio L. e Nicolai M. (2009), Il patto di stabilità e gli strumenti di finanza locale. Analisi evolutiva e prospettive per il futuro, Maggioli, pag. 298: “Lo swap di tassi d’interesse (Interest Rate Swap - -IRS) è un contratto derivato con il quale due parti concordano di scambiarsi flussi di interesse di diversa natura (calcolati cioè secondo diversi tassi di riferimento). Il debitore di un prestito a tasso fisso si impegna a pagare gli interessi di un prestito a tasso variabile che gravano sull’altro debitore e viceversa. Il contratto, quindi, consente a un soggetto gravato da un debito a tasso fisso di trasformalo in uno a tasso variabile e viceversa, senza estinguere anticipatamente i debiti.” Ai possibili numerosi vantaggi degli IRS (gestione attiva del debito, tempi di attivazione ridotti, ecc.) fa però da contraltare uno svantaggio notevole: l’indeterminatezza del costo finale del contratto, che è conseguenza dell’andamento dei mercati finanziari.
Anteprima della tesi: Il project financing come strumento di sviluppo del partenariato pubblico privato, Pagina 6

Indice dalla tesi:

Il project financing come strumento di sviluppo del partenariato pubblico privato

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Porzio
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze delle pubbliche amministrazioni
  Relatore: Diana U. Galetta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 197

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

partenariato pubblico-privato
codice dei contratti
finanza di progetto
project financing
value for money
capacità di autoliquidazione
d.lgs. n. 152 del 11 settembre 2008
leverage
d.p.r. 5 ottobre 2010 n. 207
ring fence
public sector comparator
concessione di costruzione e gestione
security package

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi