Il Conflitto di Gaza nel Diritto Internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Il blocco includeva anche misure relative all‟accesso al mare ed allo spazio aereo: Israele ridusse, infatti, il limite della zona in cui era consentito pescare da 20 miglia marine (così come previsto negli Accordi di Oslo) prima a 6 e poi a 3 miglia soltanto. Fu, inoltre, chiuso l‟unico campo d‟aviazione nella Striscia e fu sospeso il progetto di costruzione di un piccolo aeroporto dopo l‟ascesa al potere di Hamas. A metà dicembre 2008, dopo un‟incursione militare d‟Israele all‟interno della Striscia di Gaza e il lancio di missili da parte di Hamas verso lo Stato ebraico, tutti i valichi al confine furono totalmente chiusi per otto giorni. Questi ripetuti blocchi, parziali e totali, crearono una situazione d‟emergenza che si tramutò in una vera e propria crisi umanitaria dopo l‟Operazione “Piombo Fuso”. La situazione umanitaria nella Striscia di Gaza a seguito del blocco imposto da Israele, a partire dal giugno 2007, è diventata una questione di rilevanza cruciale per la comunità internazionale e, in particolare, per il Consiglio di Sicurezza, suscitando fondate e profonde preoccupazioni. Già nelle Risoluzioni 1850 (2008) e 1860 (2009) il CDS aveva espresso “[g]rave concern […] at the deepening humanitarian crisis in Gaza”, sottolineando “[t]he need to ensure sustained and regular flow of goods and people through the Gaza crossings” e auspicando “[u]nimpeded provision and distribution throughout Gaza of humanitarian assistance, including food, fuel and medical treatment”. Più recentemente, numerose sono state le dichiarazioni rilasciate da organismi internazionali tendenti a riconoscere la dannosità del blocco israeliano per la vita della popolazione palestinese ivi residente. Tra queste possiamo citare il discorso pubblico tenuto dal Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) il 14 giugno 2010, nel quale l‟impatto del blocco è definito “devastating” per il milione e mezzo di persone residenti a Gaza, nonché le osservazioni conclusive dell‟UNHRC del 3 settembre 2010, nelle quali l‟organo delle Nazioni Unite ha espresso la propria preoccupazione in merito agli “[e]ffects of the

Anteprima della Tesi di Eugenio Carli

Anteprima della tesi: Il Conflitto di Gaza nel Diritto Internazionale, Pagina 13

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Eugenio Carli Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2424 click dal 01/06/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.