Skip to content

Giovani in Europa, giovani per l’Europa attraverso il programma Youth in Action 2007-2013: il ruolo del volontariato e dell’educazione non formale nell’integrazione europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
18 access to information by which they can make informed choices. It is also concerned with multiculturalism and minorities, with mobility and internationalism, with young people’s safety and protection, and with promoting equal opportunities” 13 . Una politica rivolta ai giovani può essere vista sotto due aspetti antitetici: i giovani possono, infatti, essere considerati una risorsa o un problema. La prospettiva orientata ai giovani come problema è stata largamente protagonista in passato: i giovani vengono considerati soggetti vulnerabili e in pericolo, bisognosi di protezione, potenziali vittime a causa della loro educazione e condizione transitoria. In questo senso le politiche sono rivolte a segmenti specifici della popolazione giovanile attraverso un limitato o assente coordinamento con le politiche attuate negli altri settori. La prospettiva dei giovani come risorsa, al contrario, è più recente e rappresenta l’attuale visione dell’Unione Europea: “[I giovani] vogliono essere intesi e considerati come interlocutori a pieno titolo, vogliono contribuire a costruire l’Europa, vogliono influenzare il dibattito sul suo divenire. È il momento di considerare la gioventù come una forza nella costruzione europea e non come un problema da gestire. Occorre dare loro i mezzi per esprimere le loro idee, di confrontarli a quelle di altri attori nella società civile” 14 . Questa prospettiva è volta ad assicurare la partecipazione attiva dei giovani nella società e ad esplorare e analizzare percorsi che portino alla realizzazione completa del loro potenziale come cittadini, tendenza affermata anche in una risoluzione dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa: “The Parliamentary Assembly reaffirms the importance of young people for the future of Europe. The Council of Europe should therefore consider them as resources and not as a source of problems. Young people should be partners in all the Organisation’s activities” 15 . È un approccio costruttivo che porta i giovani a vivere le esperienze adatte ad ogni fascia d’età specifica, incoraggiando la loro indipendenza e il pensiero critico. L’attenzione è rivolta all’elaborazione di politiche proattive per governare i cambiamenti e non solo reattive per fronteggiare le emergenze. Queste politiche sono volte ad offrire ai giovani “pacchetti di opportunità ed esperienza” 16 , e si propongono di soddisfare i loro bisogni reali attraverso un orientamento globale ed integrato, ossia trasversale a più ambiti settoriali 17 , in cui azioni e misure sono coordinate in una più ampia strategia. 13 Ibidem p.8 14 Commissione Europea, Libro Bianco della Commissione Europea: un nuovo impulso della Gioventù Europea, COM(2001) 681 definitivo, Bruxelles 21 novembre 2001, p.5. 15 Consiglio d’Europa, Assemblea Parlamentare, Raccomandazione n° 1585 (2002) on Youth Policies in the Council of Europe, adottata il 18 novembre 2002, art.1. 16 “Packages of opportunity and experience”, Consiglio d’Europa, Direzione Gioventù e Sport, Final Report: Experts on Youth Policy Indicators, Third and Concluding Meeting, 26-27 March 2003, European Youth Centre, Strasbourg p. 6; scaricabile al sito http://www.coe.int/t/dg4/youth/Source/Resources/Documents/2003_YP_indicators_en.pdf (sito rilevato in data 20 giugno 2010). 17 Le politiche settoriali in cui il fattore gioventù ricopre un ruolo di primaria importanza sono: le politiche di istruzione, formazione e mobilità dei giovani; le politiche per il lavoro, l’imprenditorialità e la lotta alla disoccupazione giovanile; le
Anteprima della tesi: Giovani in Europa, giovani per l’Europa attraverso il programma Youth in Action 2007-2013: il ruolo del volontariato e dell’educazione non formale nell’integrazione europea, Pagina 13

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Balmas
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Relatore: Paolo Caraffini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 277

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

volontariato
gioventù
europa
apprendimento
competenze
cittadinanza europea
solidarietà
giovani
volontario
servizio
cittadinanza attiva
integrazione sociale
europeo
servizio civile
politiche giovanili
educazione non formale
youth in action
appartenenza all'europa
sve
valori europei
evs

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi