S.R.L. La partecipazione del socio attraverso l'assemblea e gli altri metodi di formazione delle decisioni: riflessi sulla redazione dello statuto.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 II Capitolo DELLE DECISIONI DEI SOCI Sommario: 2.1 IL QUADRO NORMATIVO GENERALE – 2.2 MATERIE ASSEGNATE ALLA COMPETENZA DEI SOCI – 2.3 MODALITA’ E TERMINI DEL COINVOLGIMENTO DEI SOCI: LA PROVOCATIO AD POPULUM – 2.4 (Segue) LA VERIFICA DEI PRESUPPOSTI SOGGETTIVI E OGGETTIVI E I RAPPORTI CON I PARTICOLARI DIRITTI DEL SOCIO 2.1 IL QUADRO NORMATIVO GENERALE La disciplina delle decisioni dei soci costituisce uno dei momenti che contribuisce a caratterizzare la fisionomia della "nuova" S.r.l. disegnata dal legislatore del 2003, in linea con l'intento di modellare i processi decisionali in un'ottica di semplificazione, più rispondente alla vocazione personalistica della società. La riforma rende palese lo "stacco" 13 che il legislatore ha voluto affermare, quasi esasperato da <> 14 , tra la S.r.l. e la S.p.a., dotando la prima di un apparato normativo tutto suo e attribuendo al socio della S.r.l. un ruolo di assoluta centralità nella vita della società, ruolo certamente estraneo alla regolamentazione azionaria. Nel contesto normativo del Codice Civile del 1942 la disciplina delle <> 15 era la disciplina dell'assemblea, ovvero l'organo della società rappresentante l'intera compagine sociale la cui volontà veniva formata attraverso un inderogabile meccanismo di Collegialità Perfetta, al termine del quale c'era l'adozione di una deliberazione assunta secondo il criterio della maggioranza. Questa era una disciplina che poco si discostava rispetto a quella della S.p.a. se non per un diverso mezzo di partecipazione al capitale sociale (cioè la quota anziché l'azione) e per l'idea di un minor formalismo funzionale, frutto di una partecipazione ritenuta numericamente più ristretta rispetto a quella generalmente 13 Lo “stacco” non è stato completo in riferimento alla materia dell'invalidità e impugnabilità delle decisioni dei soci, materia che contiene un corposo rinvio alla disciplina della S.p.A. 14 ZANARONE G., Introduzione alla nuova società a responsabilità limitata, in Riv. Soc., 2003, 58 ss. 15 Terminologia sconosciuto nel sistema anteriore, sia nel significato "tecnico" che oggi questo ha assunto, sia in un'accezione genericamente destinata ad indicare le determinazioni della volontà dei soggetti partecipi della compagine sociale.

Anteprima della Tesi di Domenico Rega

Anteprima della tesi: S.R.L. La partecipazione del socio attraverso l'assemblea e gli altri metodi di formazione delle decisioni: riflessi sulla redazione dello statuto., Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Rega Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1524 click dal 07/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.