Alvin Plantinga: Epistemologia Riformata e Teismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 teistica sia da considerarsi garantita. Il modello, come vedremo, verrà chiamato da Plantinga „modello Aquinas/Calvin‟ perché si fonda su un concetto che accomuna il pensiero di Tommaso d‟Aquino e Calvino: l‟idea che ognuno di noi abbia già dentro di sé il sensus divinitatis, sia cioè in grado di „percepire‟ in modo immediato, e quindi basilare, l‟esistenza di Dio. Al „modello A/C‟, all‟estensione di questo che permetterà di garantire non solo il teismo ma, più specificatamente, il Cristianesimo, e alle obiezioni sollevate a riguardo, Plantinga dedica l‟intero ultimo volume della sua trilogia Warrant christian belief. Un lettore che si accosti solo a quest‟ultimo testo, troverà un sunto di tutto il percorso filosofico compiuto dall‟autore, dalla critica all‟evidenzialismo tipico del fondazionalismo moderno di Locke e Cartesio alle tesi di fondo dell‟epistemologia riformata, dal concetto di giustificazione a quello di garanzia, dalla difesa del teismo e della fede cristiana alle critiche che tale difesa ha attirato verso di sé. Il tutto scritto con un linguaggio più che accessibile, indirizzato a qualsiasi tipo di pubblico. Questo chiaramente non sminuisce il valore del testo e dei suoi contenuti, con i quali, chiunque ai nostri giorni voglia addentrarsi nella filosofia della religione, non può fare a meno di confrontarsi. In particolare, un tema che desta continuamente nuovi spunti di riflessione, è quello sul naturalismo. Plantinga ne aveva già parlato nel suo articolo An evolutionary argument against naturalism (1991) e nel saggio Naturalism defeated (mai pubblicato ma rintracciabile on-line nella pagina personale di Plantinga), ma il tema viene poi riproposto con nuovi argomenti sia in Warrant: the current debate e Warrant christian belief, ma anche in alcuni suoi testi successivi quali l‟articolo Evolution, Epiphenomenalism, Reductionism (2004) e il suo ultimo libro Knowledge of God (2008). La tesi finale in cui confluiranno questi testi è che la congiunzione fra naturalismo ed evoluzionismo si auto-smentisce e che il naturalismo in epistemologia si esprime meglio nel contesto di una visione teistica dell‟essere umano. Si tratta chiaramente di una tesi molto forte che ha aperto le porte ad un ampio confronto non solo a livello epistemologico, ma anche antropologico. Come rileva bene Giacomo Di Gaetano, “La sensazione che si ha dopo aver seguito il filo di questo dibattito è che il nostro autore, dopo essere partito da una radicale interpretazione epistemologica si sia mosso in maniera, certamente implicita, verso una altrettanto radicale interrogazione antropologica. Quest‟ultima, sollecitata dalla prima, dovrebbe far posto ad un

Anteprima della Tesi di Laura Casarella

Anteprima della tesi: Alvin Plantinga: Epistemologia Riformata e Teismo, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Casarella Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 322 click dal 10/06/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.