Skip to content

Contestazione studentesca e opinione pubblica tra il 1968 e il 1977

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 contraddizione in seno al movimento: se da una parte, infatti, esso condanna ogni forma di oppressione politica, dall’altra perdona a molti Paesi del Terzo Mondo forme di autoritarismo estremo e il culto della personalità. Due diversi punti di vista che, a detta dei contestatori, sarebbero «legittimati con la radicale diversità di condizione, di collocazione nella lotta mondiale contro l’imperialismo, di cultura» 24 . 2. La cultura underground e la beat generation Non è un’epoca di sobria riflessione, ma un’epoca di evocazioni […] la letteratura che lascia il segno oggi è la underground literature, sono i discorsi di Malcom X, gli scritti di Fanon, le canzoni dei Rolling Stones e di Aretha Franklin. Tutto il resto ha il suono di un saggio del Time, che spiega tutto, non capisce niente e non cambia nessuno 25 . Come emerge dalle parole di Rudi Dutschke, storico leader del Movimento studentesco tedesco, la cultura underground si pone come un’urgenza per l’inquieta generazione di giovani cresciuti nelle società del benessere del secondo dopoguerra. Si avverte il bisogno di costruire discorsi, visioni, immaginari, canali di espressione totalmente “altri” rispetto all’ordinario. Si sente un «diffuso bisogno di grandi ideali che giustifichino il senso dell’esistenza, unito al rifiuto di tutti i modelli di vita che vengono proposti» 26 . ¨ con questo spirito che si affaccia sul panorama internazionale il movimento beat, la cui data di nascita si può far risalire al 1959, anno di pubblicazione del romanzo che è subito diventato il suo manifesto: “Sulla strada”, di Jack Kerouac. La beat generation nasce dal rifiuto del sistema, del mondo degli adulti, della morale borghese, ai quali si cerca di reagire auspicando la creazione di quella che il sociologo tedesco Hollstein chiama la «contro-società dell’underground» 27 . […] Il Movimento beat – spiega Michele Rallo – si classifica fin dalle origini come un Movimento antiamericano, un Movimento che prende radicalmente posizione contro l’ideale di vita americano, l’ideale borghese, gastronomico, panciafichista […] una vera 24 Ortoleva, Saggio sui movimenti del 1968 in Europa e in America, cit., p. 38. 25 R. Dutschke, Le contraddizioni del tardo capitalismo, gli studenti antiautoritari e il loro rapporto col terzo mondo in La ribellione degli studenti, Feltrinelli, Milano, 1968, pp. 132-133. 26 Balestrini, Moroni, L’orda d’oro. 1968-1977. La grande ondata rivoluzionaria e creativa, politica ed esistenziale, cit., p. 32. 27 W. Hollstein, Underground, Sansoni, Firenze, 1971, p. 94.
Anteprima della tesi: Contestazione studentesca e opinione pubblica tra il 1968 e il 1977, Pagina 6

Indice dalla tesi:

Contestazione studentesca e opinione pubblica tra il 1968 e il 1977

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Antonio Ventimiglia
Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
Anno: 2009-10
Università: Università degli Studi di Messina
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Metodi e linguaggi del Giornalismo
Relatore: PatriziaDe Salvo
Lingua: Italiano
Num. pagine: 145

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

movimento studentesco
1968
occupazioni universitarie
valle giulia
corriere della sera
1977
contestazione studentesca
unità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi