Selezione di Mutanti HIV-1 Resistenti e Basi Molecolari della Resistenza di Nuovi Inibitori Non-Nucleosidici della Trascrittasi Inversa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 1.2 L’HIV in Italia Dati recenti, risalenti al 30 Giugno 2004, riportano 56.686 casi di AIDS in Italia, di cui il 77.7% riguarda individui di sesso maschile, e questo pone il nostro Paese al terzo posto in Europa, dopo Spagna e Francia (Figura 1.3). A partire dalla seconda metà del 1996, verosimilmente grazie alla disponibilità di nuovi farmaci per la terapia dell’infezione da HIV, si è osservata una progressiva riduzione del numero di nuovi casi; tale decremento si è avuto fino al 2001, mentre dal 2002 la situazione si è stabilizzata. Nella Figura 1.4 è riportato l’andamento in Italia dei nuovi casi di AIDS e dei decessi HIV-correlati: risultano deceduti 34.179 pazienti, il che corrisponde ad un tasso di letalità del 64%. La regione più colpita è la Lombardia, con 16.179 casi notificati alla metà del 2004, seguita da Lazio e da Emilia-Romagna: Brescia è la terza città d’Italia dopo Milano e Roma (Figura 1.3). La Figura 1.5 mostra il tasso di incidenza dei casi di AIDS relativo ai casi notificati in Italia nel corso dell’ultimo anno: risulta evidente la differenza tra le diverse regioni del Nord rispetto al Sud Italia. La maggior parte dei casi di AIDS in soggetti adulti (circa il 58%) interessa i tossicodipendenti, ma l’andamento nel tempo mostra un netto incremento dei casi attribuibili a trasmissione eterosessuale: dall’11.8% nel periodo '82-'94 fino al 39.6% nel primo semestre 2004 (Figura 1.6). Un altro dato importante è rappresentato dal fatto che questi casi interessano prevalentemente il sesso femminile: il 40.1% dei soggetti sieropositivi è rappresentato dalle donne, contro il 14% degli uomini (Figura 1.7). Per quanto riguarda l’età, nella fascia compresa tra i 25 ed i 39 anni si evidenzia il 70.1% del totale dei casi di AIDS (Figura 1.8), anche se è stato riscontrato un aumentato nella fascia tra i 30 e i 35 anni 3 .

Anteprima della Tesi di Stefania Piras

Anteprima della tesi: Selezione di Mutanti HIV-1 Resistenti e Basi Molecolari della Resistenza di Nuovi Inibitori Non-Nucleosidici della Trascrittasi Inversa, Pagina 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Stefania Piras Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 468 click dal 20/06/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.