L’Umanesimo Liberale di Wilhelm Röpke

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’UMANESIMO LIBERALE DI WILHELM RÖPKE 1 Origini dell’Umanesimo liberale Tesi di Laurea di Nona Maricica STANCIU – tutti i diritti riservati Pagina | 13 sorta di astrazione personificata con attributi e atteggiamenti da nome giudaico.” 21 Il ricordo degli orrori della Prima grande guerra non erano stati ancora del tutto dimenticati quando la grave crisi economica degli anni ‘30 coinvolse tutte le principali nazioni, Stati Uniti, Inghilterra, Francia, Italia, Germania, Russia e Giappone. Le grandi potenze dell’epoca, colpite dalla crisi con effetti differenti, attraversano problemi sociali, politici e di alleanze, che le avrebbero portate al finale, dove si sarebbero trovate in una guerra mondiale ancora più letale della precedente. La depressione economica quindi del 1929 in America, si concretizzò nella rovina di investitori grandi e piccoli, e in una crescita vertiginosa della disoccupazione e della miseria in un paese che aveva sempre creduto nel progresso e nel miglioramento dello stile di vita. In Europa la ricostruzione dopo la Prima guerra è fortemente rallentata dagli effetti della crisi americana, mentre la Spagna è in piena Guerra civile, in Germania il partito nazista ottiene alle elezioni la maggioranza relativa. Poco dopo, Adolf Hitler sale al potere, dando inizio al Terzo Reich. In questo contesto si sviluppa tra Austria e Germania degli anni Trenta l’Ordoliberalismo, una scuola di pensiero economico che cerca di ripensare il liberalismo, nel contesto della grande crisi, alla luce di un ruolo attivo dello Stato e del rifiuto dell’autoregolazione del mercato. L’ordoliberalismo era la risposta alla profonda crisi economico-politica del momento e ha dato origine all’economia sociale di mercato. Bisogna ricordare che il liberalismo, in Germania, non si era imposto come prassi politica, a differenza di quanto è successo in Francia e in Inghilterra. Ma per collocare meglio la figura di Röpke all’interno del liberalismo riporto quanto Erik-Maria von Kuehnelt-Leddihn 22 scriveva in uno dei suoi articoli 23 : 21 B. Croce – Principio, ideale, teoria. A proposito della teoria filosofica della libertà, Laterza, Bari, 1941

Anteprima della Tesi di Nona Maricica Stanciu

Anteprima della tesi: L’Umanesimo Liberale di Wilhelm Röpke, Pagina 12

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Nona Maricica Stanciu Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1142 click dal 20/06/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.