Skip to content

L'animatore turistico

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
esistono dei villaggi vacanze, ma costruiti dai partiti politici affinché in essi si approfondisca l’identità ideologica necessaria per il consenso governativo, offrendo alle famiglie dei “buoni vacanza” (iniziativa analoga ai pacchi natalizi e alle opere assistenziali distribuiti in Italia durante il Ventennio fascista). La novità del villaggio costruito nelle Baleari consiste nel rappresentare il punto di partenza dal quale il nuovo scenario turistico si evolve. Esso costituisce, in tal senso, la prima proposta di investimento del tempo libero in maniera “apolitica”: il suo intento non è né la “promozione di ideali politici”, né la “fabbricazione di consenso”, ma soltanto “evadere la realtà”, in maniera legale e naturale. “Vivere in comunità su un'isola per il periodo delle vacanze e far condividere a tutti la scoperta degli sport marini” 2 , è questa l'idea geniale e rivoluzionaria portata avanti da Blitz. “Lo scopo della vita è essere felici, il posto per essere felici è qui, il momento è adesso”, non è difficile leggere tra le righe la sua futura passione per lo yoga e la filosofia zen, di cui si farà promotore in tutta Europa negli anni successivi, diventandone un vero e proprio guru. E i Gentili Membri di questa neonata realtà associativa denominata Club Méditerranée, creano, per un periodo minimo di quattro mesi (e per la “modica” cifra di 130.000 franchi, ma si arrivava anche fino a 240.000), una sorta di comunità ideale temporanea, lontana dal mondo, dove vengono istruiti agli sport marini e intrattenuti durante il giorno e le serate da giovani e aitanti Gentils Organisateurs (così Gérard Blitz battezza i primi animatori). Giovanotti che verranno definiti “gli stalloni della vacanza” su un articolo del “Corriere della Sera” 3 di qualche anno più tardi. Gli ospiti delle strutture in principio sono per lo più donne, le prime single, figlie dell'emancipazione femminile in pieno fermento in quegli anni. Emblematiche quindi le famose quattro “S” che inquadrano la filosofia iniziale della vacanza in villaggio: sun, sea, sand, sex (sole, mare, spiaggia, sesso, alle quali gli inglesi ne aggiungono una quinta, spirits, gli alcolici). È quindi facile capire le motivazioni dell'iniziale fama poco raccomandabile dei villaggi turistici. E degli animatori, fino ad allora solamente uomini. Questi primi villaggi turistici, denominati così proprio per la vicinanza ideale ai tradizionali villaggi delle tribù africane, sono strutture spartane, praticamente campeggi nei quali il turista trova la tenda già montata, il faret. I servizi igienici sono 2 Federico Baldarelli, http://www.professioneturismo.net/, sezione “Approfondimenti”. 3 Intervista a Turi Sidoti Olivo, responsabile Risorse Umane per iGrandiViaggi Spa, Milano, 12 ottobre 2010 (cfr. qui in Appendice). 7
Anteprima della tesi: L'animatore turistico, Pagina 5

Preview dalla tesi:

L'animatore turistico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Oriana Gullone
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: D.A.M.S. (Discipline dell'Arte, della Musica e dello Spettacolo)
  Relatore: Roberto Cuppone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 82

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dams
villaggio
animazione
vacanza
debord
augé
tour operator
villaggio turistico
igrandiviaggi
magalli
animatore turistico
mcluhan
villaggio globale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi