Giornalismo Partecipativo: l'informazione al tempo di Internet

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

intende trattare, può riuscire a realizzare reportage estremamente ben fatti e all'altezza di lavori professionali. Per non parlare delle possibilità che nascono con l'interazione con i propri utenti e con altri siti di informazione. La comunicazione in rete non è mai monologo: la bidirezionalità dei flussi favorisce l'emergere di relazioni intorno ad argomenti di interesse comune, tant'è che sempre più si parla di web sociale. Insomma internet potrebbe essere davvero un punto di forza per l'attività giornalistica. Eppure a guardare il mondo dell'informazione dall'alto ne potrebbe derivare un gran capogiro; tendenze diverse e, a volte, contrastanti tra loro vengono fuori dall'attuale scenario:la televisione che divora ancora le quote più consistenti del mercato dell'informazione e affianco i media digitali che, ormai si può sicuramente dirlo, sono anch'essi diventati un fenomeno di massa; l'industria editoriale tradizionale che barcolla a causa del crollo degli investimenti pubblicitari, investimenti che per altro non vengono attirati dalla rete con la stessa intensità con cui abbandonano giornali e riviste; e ancora, la professione di giornalista sempre più precaria a causa della profonda crisi dell'industria editoriale e per nulla aiutata in questo dall'avvento del web 10 . Il primo capitolo servirà a chiarire questi ultimi temi: tracciando una brevissima storia recente del giornalismo (dalla carta stampata al web passando per radio e televisione) si parlerà delle cause della crisi del settore editoriale e dei maldestri tentativi dei grandi gruppi editoriali nell'adattarsi al nuovo mezzo digitale. Quest'ultimo aspetto è molto interessante: perché i grandi giornali non riescono a sfruttare le potenzialità di internet, anzi, hanno spesso un atteggiamento di chiusura nei confronti di questo? Perché si fatica così tanto a trovare un modello economico che funzioni bene in rete? Già nel rispondere a questi quesiti si introdurranno gli argomenti a cui è dedicato il secondo capitolo: come cambia il fare giornalismo e l'essere giornalista in rete? Cioè si vuole analizzare alcune delle peculiarità intrinseche al mezzo per capire come queste influiscono sulla professione giornalistica. Il giornalismo diventa giornalismo partecipativo. 10Su questi temi vedere: Carotenuto G., Giornalismo Partecipativo, Nuovi Mondi, Modena, 2010. Maistrello S., Giornalismo e Nuovi Media, Apogeo, Milano, 2010.

Anteprima della Tesi di Piergiorgio Lisanti

Anteprima della tesi: Giornalismo Partecipativo: l'informazione al tempo di Internet, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Piergiorgio Lisanti Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5369 click dal 15/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.