Skip to content

La violence dans les stades: aspects psycho-sociaux

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 des années 60. Les journalistes et les sociologues font état d‟une augmentation des violences organisées. Les comportements violents ne sont pas nécessairement liés au résultat négatif de la manifestation sportive. Le changement dans la composition du public intervenu après la deuxième guerre mondiale représente un pas ultérieur dans la formation de l’hooliganisme. C‟est une période de grande richesse économique. Le temps libre s‟accroît. Les gens ont envie de distractions différentes, nouvelles et multiples. Le sport et le football en représentent une parmi d‟autres. C‟est à ce moment qu‟on assiste à une baisse de la fréquentation dans les stades. Pour résoudre ce problème de désaffection, les Britanniques transforment le jeu en spectacle, professionnalisent les joueurs et améliorent l‟accueil dans les tribunes d‟un public dont le nombre et la diversité s‟accroît. Ce sont les jeunes les plus nombreux. Les raisons sont multiples, mais tout d‟abord sportives. En fait, elles participent à la promotion de la pratique du football à l‟école 33 . Les jeunes pratiquants se transforment inévitablement en spectateurs passionnés. Les raisons sont sociales, parce qu‟on enregistre une transformation profonde de la société, à travers la conquête de l‟autonomie des jeunes. Elles peuvent également être économiques, parce que les clubs offrent des places à bon marché dans les « virages », favorisant ainsi le rassemblement des jeunes dans des endroits considérés comme populaires. Enfin, les raisons sont culturelles parce que la Grande Bretagne des années 6O et de celles qui ont suivi est le théâtre de la formation de cultures adolescentes : rough, teddy boys, skin heads, punks. A partir de ce moment, le football n‟est plus un phénomène de « consommation familiale ». En se rassemblant, les jeunes commencent à assumer des identités spécifiques à un groupe, avec leurs propres rituels, emblèmes, symboles et codes vestimentaires. Même les idéologies politiques commencent à y pénétrer. L‟esprit festif qui jusqu‟à maintenant accompagnait la manifestation sportive, laisse désormais la place à des rivalités chargées de haine. La politique de séparation des différents supporters à travers la création d‟enclos particuliers aura un effet boomerang, contrairement à l‟intention première qui était de nature préventive et sera suivie d‟une augmentation des violences. En tentant de démontrer sa propre supériorité, en essayant d‟être vu et reconnu, chaque groupe aura pour but d‟attaquer les virages adverses. Les problèmes sociaux responsables de l‟aggravation des actes de hooliganisme sont liés à la chute socio-économique 4 de la Grande Bretagne de 1970 à 1980. Les gouvernements travaillistes successifs (H Wilson de 1964 à 1970, puis de 1974 à 1976, et de J, Callaghan de 1976 à 1980) ne réussissent pas à éteindre l‟inflation 3 Wahl A., La balle au pied: histoire du football, Paris 1990, cité par Bodin D., Robène L., Hèas S. op. cit. pag. 28. 4 Clarcke J., “Football and working class fans”, in Football hooliganism, Londra 1978. Elias N., Dunning E., Sport et civilisation. La violence maîtrisée, Paris 1986. Taylor Y., “Class, violence and sport: the case in soccer hooliganism in Britain”, in Sport, culture and the modern state, Toronto 1982, cités par Bodin D., Robène L., Hèas S. op. cit. pages 32-33.
Anteprima della tesi: La violence dans les stades: aspects psycho-sociaux, Pagina 4

Preview dalla tesi:

La violence dans les stades: aspects psycho-sociaux

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Traduttore: Marie Christine Adam
  Tipo: Traduzione
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Paolo Bozzaro
  Lingua: Francese
  Num. pagine: 36

Questo documento è una traduzione dall'originale:

"La violenza negli stadi: aspetti psico/sociali"

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

violence
stade
football
hooliganisme

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi