Skip to content

Una terra separata ai confini del Ducato. Privilegi ed esenzioni della Calciana nel XVIII secolo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 paese di Calcio dalle origini al XIX secolo 4 : altrove troviamo solo brevi cenni, per lo più in paragrafi dedicati all’elenco delle terre separate 5 , alla descrizione dei confini 6 , alla tematica del contrabbando 7 , peraltro spesso molto datati 8 . Per indicare la Calciana è stato utilizzato da Caproni e Pagani, già nel titolo, il termine “signoria”, di cui si era servito fin dal 1903 il Bonelli 9 : questa scelta permette di valorizzare l’origine feudale della singolare vicenda che andremo fra poco a ripercorrere. L’espressione più ricorrente in altri studi e, soprattutto, nelle fonti prodotte dagli stessi proprietari della Calciana, è quella, più sfumata, di “terra separata”, che focalizza l’attenzione solamente sulla presenza di autonomie amministrative e fiscali: fu indubbiamente un obiettivo degli Stati moderni, sia dei dominatori spagnoli sia di quelli austriaci, tentare di limitare gradualmente gli ambiti di queste prerogative. Una semplice lettura dei testi dedicati alla storia locale 10 ha fatto emergere che il confine fra Ducato di Milano e Repubblica di Venezia, nel tratto lungo l’Oglio, presentava un’infinità di amministrazioni con forti esenzioni rispetto ai governi di riferimento: Mozzanica, Urago, Chiari, Romano, Martinengo, Barco, Soncino, Pizzighettone, Casalbuttano, Soresina vantavano vari benefici economici, mentre Fontanella e Treviglio, come la Calciana, erano terre separate. Si tratta di paesi situati al massimo a trenta chilometri dai paesi di Calcio, Pumenengo e Torre Pallavicina, e caratterizzati, come questi, dalla concessione di ampie immunità: queste zone erano assoggettate o venivano rese più disciplinate proprio attraverso la cessione di prerogative. Già i concetti di “confine” e “frontiera”, in realtà, possono essere oggetto di discussione: l’uso della parola confine evoca la concezione di un territorio preciso, ben delineato, 4 CAPRONI RICCARDO, PAGANI ROBERTO, Calcio e la Signoria della Calciana (sec. XIV-XVIII), con notizie sull’origine del borgo e sul suo sviluppo nel corso del XIX secolo, Amministrazione comunale di Calcio, San Paolo d’Argon, 1990. 5 CAPRA CARLO, SELLA DOMENICO, Il Ducato di Milano (1535-1796), UTET, Torino, 1984, pag. 28. 6 PUGLIESE SALVATORE, Condizioni economiche e finanziarie della Lombardia nella prima meta del secolo XVIII, Bocca, Torino, 1924. 7 MOLMENTI POMPEO, I banditi della Repubblica Veneta, R. Bemporad, Firenze, 1898. 8 Preziosissime le indicazioni trovate nei più recenti GRAB ALEXANDER, La politica del pane: le riforme annonarie in Lombardia nell’età teresiana e giuseppina, Franco Angeli, Milano, 1986 e nel saggio di LEVATI STEFANO, Risorse finanziarie e ordine pubblico nello Stato di Milano: il «dacio» del tabacco dalla istituzione alla «statalizzazione» (1639-1770), in LEVATI STEFANO, MERIGGI MARCO (a cura di), Con la ragione e col cuore. Studi dedicati a Carlo Capra, Franco Angeli, Milano, 2008, pagg. 183-207. 9 BONELLI GIUSEPPE, A proposito dei beni di Beatrice della Scala nella Calciana, in «Archivio storico lombardo», serie III, voll. XIX-XX, 1903, pagg. 131-144. L’uso del termine “signoria” a pag. 135. 10 ROTA GIOVANNI BATTISTA, Il Comune di Chiari e le sue memorie storiche, Tipografia di Giovanni Bersi e comp., Brescia, 1880, (ristampa anastatica Atesa, Bologna, 1999), MUONI DAMIANO, Cenni storici di Romano di Lombardia e dintorni, Brigola, Milano, 1871 (ristampa anastatica Atesa, Bologna, 1991), PODAVITTE ERNESTO, La terra di Urago d’Oglio, Brescia, 1984, GALANTINO FRANCESCO, Storia di Soncino: con documenti, Tipografia Giuseppe Bernardoni, Milano, 1869 (ristampa anastatica Turris, Cremona, 1986-87).
Anteprima della tesi: Una terra separata ai confini del Ducato. Privilegi ed esenzioni della Calciana nel XVIII secolo, Pagina 3

Preview dalla tesi:

Una terra separata ai confini del Ducato. Privilegi ed esenzioni della Calciana nel XVIII secolo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabrizio Costantini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia
  Relatore: Livio Licinio Antonielli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dazio
giunta del censimento
sale
tabacco
esenzioni
calciana
privilegi
alloggiamenti militari
ferma generale
regina della scala
bernabò visconti
cremona
ducato di milano
confine
dazi
contrabbando
grano
secco
repubblica di venezia
confini
torre pallavicina
pumenengo
calcio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi