Skip to content

La Forza nell'Arrampicata Sportiva

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
17 mettono in evidenza la lunga diatriba fra i fautori dell‟artificiale e i suoi detrattori, fra i puristi dell‟arrampicata libera assoluta e i promotori del chiodo (a proposito di ciò sono interessanti le disquisizioni di natura freudiana sul chiodo visto come simbolo fallico, profanatore o fecondatore della montagna) almeno nelle situazioni di difficoltà estrema; cercando di mettersi in una posizione equidistante, ma comunque riconoscendo ai fautori del chiodo di aver aperto la strada alle difficoltà più elevate! 1-7- 5: I Protagonisti più rappresentativi Vediamo ora di tracciare un rapido e sintetico profilo dell‟ evoluzione dell‟alpinismo, mettendo in evidenza le imprese e i personaggi più significativi, in particolare quelli che possono, a nostro avviso, avere maggiore attinenza con la nascita dell‟arrampicata sportiva. Dopo la prima iniziale fase esplorativa e scientifica, l‟alpinismo cominciò a distaccarsi sempre più da questa originaria motivazione per introdursi sempre più nel terreno dell‟avventura e della ricerca dell‟impresa. La conquista del Cervino ad opera dell‟inglese Edward Whymper, avvenuta il 14 Luglio 1865, è senz‟altro la più significativa di questa nuova tendenza. Se nelle Alpi occidentali i protagonisti indiscussi erano gli inglesi, in quelle orientali erano soprattutto tedeschi e austriaci, e anche italiani a dare inizio alla conquista delle principali vette. Nel 1802 un gruppo di scalatori dell‟Agordino, conquistarono la Marmolada. Del primo periodo delle Dolomiti ricordiamo Paul Grohmann (uno dei soci fondatori del Club Alpino Austriaco) e gli Innerkofler; poi i fratelli Zsigmondy (fra i primi esponenti dell‟alpinismo senza guida; a questi, in particolare a Emil, pare si debba l‟introduzione del chiodo) e Ludwig Purtsheller. Fra le imprese di questi ultimi, che fra l‟altro estesero la loro azione anche sulle Alpi occidentali, la conquista della Piccola del Lavaredo e, da parte di Purtsheller, qualcosa come 1700 ascensioni di cui ben 40 oltre i 4000! Arriviamo a Georg Winkler, austriaco, fu uno dei primi esponenti dell‟arrampicata in solitaria, compì delle imprese eccezionali per quel periodo, fra queste, nel 1887 la prima delle tre Torri del Vaiolet (che ora porta il suo nome) infrangendo in libera assoluta il muro del IV grado; purtroppo morì precipitando poco tempo dopo. Torniamo alle Alpi occidentali con l‟inglese Albert Frederick Mummery, considerato uno dei più grandi alpinisti di tutti i tempi. Fu uno dei primi “occidentali” senza guida, anche se molte imprese le realizzò con Alexander Burgener, guida leggendaria, costituendo con
Anteprima della tesi: La Forza nell'Arrampicata Sportiva, Pagina 14

Preview dalla tesi:

La Forza nell'Arrampicata Sportiva

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Raimondo Vacca
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2003-04
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Scienze e tecnica dello sport
  Relatore: Alfredo Stecchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 185

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

forza esplosiva
fondamentali avanzati
bilanciamento esterno
"lolotte"
sassismo
nuovo mattino
"intelligenza motoria"
"fantasia motoria"
unità motrici
sarcomero
"yaniro"
strapiombo
mezza rana
incastro
gancio piede
tallonaggio
diedro
forza isometrica
climber
miosina
pan gullich
scala bachar
resistenza alla forza
tacca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi