Skip to content

I dipinti murali di S. Benedetto in Piscinula a Roma

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
12 il pannello votivo con i santi Benedetto, Sebastiano e Zotico, aggiunto alla base della decorazione absidale di Santa Maria in Pallara dopo che questa, nel 1061, era divenuta possedimento cassinese 11 . Studi recenti, inoltre, riconducono al periodo fra il 1050-1075 anche le pitture romane di Sant‟Andrea al Celio 12 e di Santa Maria in via Lata 13 . Questi dipinti sono accomunati da affinità e analogie espressive, ma presentano anche aspetti che li distinguono. Queste differenze nella maniera pittorica sono tipiche della pittura di scuola romana nella fase che precede l‟affermazione dello stile presente in San Clemente, avvenuta tra la fine dell‟XI- inizio XII secolo. In questi anni si osserva un ritorno all‟antico e al mondo paleocristiano, sia nella ripresa della struttura della chiesa a pianta basilicale, che nei temi dei cicli e nelle decorazioni 14 . 11 J. Enckell Julliard, Il pannello con tre figure a mezzo busto nell‟abside di Santa Maria in Pallara, in S. Romano, «Riforma e tradizione: 1050-1198», Milano 2007, pp. 196-198. 12 Le pitture medievali rinvenute nel sottotetto dell‟Oratorio di Sant‟Andrea al Celio sono state pubblicate nel 1968. Si è conservato solo il timpano, che comprende un clipeo con il busto di un Cristo benedicente affiancato da figure di angeli curvi in venerazione. Poco più in basso, si conserva una fascia con riquadri all‟interno dei quali si alternano motivi decorativi geometrici e due profeti con cartiglio. Gli affreschi presentano una datazione controversa. Salerno, che per primo ne ha parlato, le riconduce ai lavori promossi da Pasquale II nel 1108. Toubert (H. Toubert, Pittura murale romanica. Le scoperte degli ultimi dieci anni, nuovi affreschi, vecchi problemi, nuove discussioni, in H. Toubert, Un‟arte orientata: riforma gregoriana e iconografia, a cura di Lucinia Speciale, Milano1992 [2001], p. 339) si mostra in disaccordo, poiché le sembra che lo stile degli affreschi non trovi corrispondenze nella pittura romana del XII secolo. Ma vi si trova qualche affinità nel volto del profeta e nelle mani di Cristo, col Giudizio particolare in San Clemente dell‟ XI secolo. Bertelli (Id. 1994, p. 226) riconduce l‟attribuzione delle pitture dell‟oratorio a maestri lombardi di epoca carolingia e ottoniana, come è provato dalla cornice a meandro intervallato dai busti di patriarchi e dall‟uso dell‟affresco a calce, utilizzato dal IX all‟ XI secolo. Gandolfo (Matthiae 1988, pp. 261- 262) infine, associa la fascia decorativa al fregio della Tavola Vaticana e la composizione sovrastante al maestro dell‟abside di San Pietro in Tuscania, inquadrando queste pitture nella corrente parallela e indipendente della pittura romana della prima metà del XII secolo. 13 La chiesa di Santa Maria in via Lata è stata sottoposta ad una campagna di rinnovamento sotto il pontificato di Leone IX (1049-1054). Gli affreschi dell‟abside verosimilmente sono da ricondurre agli anni 1050-1055, o poco più tardi. Non è possibile averne un riscontro certo perché sono perduti il nome del committente e l‟anno di esecuzione. Sono comunque da intendersi come precursori dello stile sviluppato negli affreschi di San Clemente. Cfr. Bertelli 1994, pp. 227-228; G. Bordi, Le figure di sante nella chiesa sotterranea di Santa Maria in via Lata, in Romano 2007a, pp. 37-39. 14 F. Gandolfo, La pittura romana tra XI e XII secolo e l‟Antico, in «Roma, centro ideale della cultura dell‟Antico nei secoli XV e XVI: da Martino V al Sacco di Roma. 1417-1527» Atti del convegno internazionale di studi su Umanesimo e Rinascimento (Roma, 25-30 novembre 1985), a cura di Silvia Danesi Squarzina, Milano 1989, pp. 21-32; H. Toubert, La rinascita paleocristiana a Roma all‟inizio del XII secolo, in Toubert, 1992 [2001], pp. 177-178; Romano 2001, pp. 138-141.
Anteprima della tesi: I dipinti murali di S. Benedetto in Piscinula a Roma, Pagina 5

Preview dalla tesi:

I dipinti murali di S. Benedetto in Piscinula a Roma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pamela D'andrea
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Storia dell'Arte
  Relatore: Maria Luigia Fobelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 138

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

apocalisse
giudizio universale
trastevere
s. benedetto in piscinula
riforma gregoriana
renouveau paléochretién
cicli testamentari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi