I campi di concentramento in Italia per fascisti (1944-46)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 I capitolo. LA FINE DEL FASCISMO ED IL REGNO DEL SUD: IL CONCENTRAMENTO DEI FASCISTI DA PARTE DELLA AMMINISTRAZIONE ALLEATA SOTTO LA LINEA GOTICA. 1. La disfatta italiana ed il crollo del fascismo. La decisione di Mussolini di entrare in guerra affianco ad Hitler, aveva gettato un paese impreparato nel conflitto, dimostrandosi fatale al fascismo. L'Italia si era battuta con onore, ma senza l'aiuto delle forze tedesche in Etiopia e Grecia, aveva subito gravi disfatte militari. Dai primi mesi del 1943 cominciò un processo che determinò il passaggio dell'Italia dal ruolo di alleato dell'asse a quello di nuovo paese occupato. Era la Germania a decidere in funzione delle sue esigenze la parte di materie prime destinate all'Italia; cellule tedesche si cominciarono a formare nelle principali citta`

Anteprima della Tesi di Paolo Leone

Anteprima della tesi: I campi di concentramento in Italia per fascisti (1944-46), Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Leone Contatta »

Composta da 184 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8385 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.