Le implicazioni della moneta unica europea per i mercati obbligazionari internazionali: un'analisi di medio periodo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

vulnerabili a shocks esterni), mentre la sua posizione negativa negli investimenti internazionali netti è attualmente pari a circa mille miliardi di dollari (il maggior indebitamento nel mondo, con una crescita percentuale annua del 15-20%); peraltro, tale debito è ancora contenuto se parametrato al PIL statunitense. Sotto entrambi i punti di vista la posizione dell’UE risulta decisamente migliore rispetto a quella degli USA, con un modesto surplus nelle partite correnti ed una posizione internazionale creditoria. Tabella 1.4 EVOLUZIONE DELLE PARTITE CORRENTI (Saldi in miliardi di dollari) UE-15 USA 1992 -6,6 -61,4 1993 6,6 -99,7 1994 21,2 -147,8 1995 53,8 -148,2 1996 65,3 -165,0 Fonte: FMI, International Financial Statistics.

Anteprima della Tesi di Stefano Attici

Anteprima della tesi: Le implicazioni della moneta unica europea per i mercati obbligazionari internazionali: un'analisi di medio periodo, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Attici Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2001 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.