''Oltre ogni ragionevole dubbio'' filosofia e fenomenologia del processo penale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 SOMMARIO: 1.1. Il canone “in dubio pro reo” nella storia del diritto – 1.2. Il principio della “presunzione d‟innocenza” – 1.3. Il principio dell‟ “oltre ogni ragionevole dubbio” 1.1. Il canone “in dubio pro reo” nella storia del diritto 1.1.1. Il tardo diritto romano e il diritto canonico In Europa la “presunzione d‟innocenza” cominciò ad affermarsi, nel suo significato attuale, con l‟Illuminismo, movimento riformatore che nel XVIII secolo attaccò l‟Ancien Régime e la struttura politica, sociale ed economica che lo avevano caratterizzato. Tuttavia, il principio in questione trae la sua origine dal diritto romano pagano. Così, infatti, ritengono L. Ferrajoli 2 e M. A. De Dominicis 3 , concordi nell‟attribuire la genesi del principio a un rescritto di Traiano (98-117 d. C.), indirizzato ad un certo Adsidius Severus e tramandatoci da Ulpiano nel Libro septimo de officio proconsulis (Dig. 48, 12, § 5), dove si legge che, in caso di meri sospetti sull‟imputato è preferibile che il colpevole rimanga impunito piuttosto che un innocente sia condannato 4 . Il principio valeva però, 2 L. Ferrajoli, Diritto e ragione: teoria del garantismo penale, Laterza, Roma-Bari, 1997 4 ed., p. 643, nota 12 e p. 92, nota 25. 3 M. A. De Dominicis, Ancora sulla “formula dubitativa”, in “Archivio Penale”, vol. XXI, parte I, 1965, pp. 535-536. 4 “Sed nec de suspicioni bus debere aliquem dammarii divus Traianus Adisdio Severus rescripsit: satius enim esse impunitm delinqui facinus quam innocentem condemnari”.

Anteprima della Tesi di Mariagiovanna Zubbo

Anteprima della tesi: ''Oltre ogni ragionevole dubbio'' filosofia e fenomenologia del processo penale, Pagina 12

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mariagiovanna Zubbo Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6279 click dal 22/10/2012.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.