Progetto di un irraggiatore per sangue umano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Il sangue presente nelle ossa di tutto l'organismo in quantità variabile dai 3000 ai 4000 cm 3 ; tuttavia la parte di esso effettivamente adibita alla produzione, e cioè il midollo osseo rosso, si aggira sui 1500 cm 3 . In questo volume di midollo rosso vengono fabbricati in un giorno circa 250 miliardi di globuli rossi, 15 miliardi di globuli bianchi e 500 miliardi di piastrine, generati da un progenitore comune che si chiama emocitoblasto, a causa di un processo chimico di differenziazione chiamato ematopoiesi. Immaginando che la fabbricazione di cellule sia abbastanza uniforme, in un minuto vengono riversati nella circolazione 170 milioni di globuli rossi, 10 milioni di globuli bianchi e 340 milioni di piastrine. Questo significa che approssimativamente per ogni globulo bianco vengono formati 17 globuli rossi e 34 piastrine e che, per ogni globulo rosso giunto a maturazione vengono formate 2 piastrine. I globuli rossi ( in linguaggio tecnico eritrociti) sono gli elementi anucleati più numerosi del sangue, nell'uomo adulto raggiungono i 5 milioni/mm 3 , nella donna 4,5 milioni/mm 3 , hanno un diametro di 7-8 µm. Hanno la forma di un disco biconcavo, che facilita gli scambi per diffusione della membrana plasmatica, e, non possedendo nucleo (lo perdono durante l'emopoiesi), non possono essere definite quali cellule vere e proprie. Il citoplasma degli eritrociti è d'aspetto omogeneo e contiene una proteina fondamentale affinché essi svolgano la loro funzione principale, cioè quella di trasportatori d'ossigeno, detta emoglobina. L'emoglobina è un tetramero formato da quattro unità di globulina (due catene α e due catene β), che racchiudono ciascuna, in una gabbia di amminoacidi idrofobici, un gruppo eme, contenente ferro bivalente. La particolare posizione del gruppo eme determina la difficoltà per agenti esterni di ossidare il ferro bivalente al suo interno in ferro trivalente, in tal caso infatti l'ossigeno sarebbe legato irreversibilmente alla proteina e quindi inutilizzabile per gli scambi. Capitolo 1 3

Anteprima della Tesi di Simone Valiante

Anteprima della tesi: Progetto di un irraggiatore per sangue umano, Pagina 7

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Simone Valiante Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 744 click dal 22/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.