L'atto di accertamento esecutivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 presupposto. Queste fattispecie, che rispondono all’esigenza fondamentale di avvicinare il momento della riscossione al verificarsi del fatto-presupposto, sono collocate dalla dottrina più recente nella fase della riscossione; al contrario, alla fase di accertamento è stato attribuito l’insieme degli atti e dei fatti la cui funzione, procedimentalizzata, è quella di individuare nell’an e nel quantum il presupposto del tributo 4 . In quest’ottica, l’oggetto dell’accertamento si configura come l’identificazione delle dimensioni qualitative e quantitative del presupposto, riconosciute attraverso l’autodeterminazione dei tributi da parte del contribuente per tramite della dichiarazione; sottoposta, quest’ultima, a tutte quelle attività di controllo, istruttorie e di verifica anche d’ufficio. Il procedimento di accertamento e il suo atto finale (avviso di accertamento o di rettifica o accertamento d’ufficio) attengono dunque all’individuazione della capacità contributiva manifestata dal presupposto di fatto. Infatti, individuata la capacità contributiva espressa in termini qualitativi (risoluzioni delle questioni di fatto e di diritto) e quantitativi (determinazione della base imponibile), risulta automatica la determinazione del debito d’imposta in quanto è richiesta semplicemente l’applicazione dell’aliquota 5 . L’accertamento tributario risulterebbe allora estraneo all’obbligazione tributaria e al rapporto giuridico d’imposta che si collocano, invece, sul versante della riscossione, derivando da fatti ed atti collocati dalla legge anche in posizione anticipata o successiva al verificarsi del presupposto 6 . Pertanto si potrebbe affermare che il profilo autoritativo esistente nella fase di accertamento è finalizzato ad assicurare la conformità del tributo alla capacità contributiva manifestata dal presupposto; diversamente, invece, il profilo autoritativo nella fase della riscossione è finalizzato all’operatività di meccanismi 4 A. FANTOZZI, I rapporti tra fisco e contribuente nella nuova prospettiva dell’accertamento tributario, in Riv. Dir. Trib., 2000, I, 216; A. FANTOZZI, Il diritto tributario, Torino, 2005. 5 A. FANTOZZI, Accertamento tributario, in Enciclopedia giuridica Treccani, 2006. 6 Ciò consente di eliminare ogni problematica legata alla tradizionale distinzione tra tributi con e senza accertamento. Vedi: CAPACCIOLI, Accertamento tributario, in Riv. Dir fin., 1966, I, 3 ss.; A. FANTOZZI, Accertamento tributario, in Enciclopedia giuridica Treccani, 2006.

Anteprima della Tesi di Luca Rotondo

Anteprima della tesi: L'atto di accertamento esecutivo, Pagina 3

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Rotondo Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2643 click dal 26/10/2012.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.