Progettazione di un Portale Web 2.0 per un Consorzio Agrario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Dario De Laurentiis | PROGETTAZIONE DI UN PORTALE WEB 2.0 PER UN CONSORZIO AGRARIO 13 pagina. L’organizzazione dei link è una scelta altrettanto importante che sta alla base dell’organizzazione di tutto l’insieme ed è una scelta che è nelle mani del progettista che deve rendere facile e accessibile la ricerca dell’informazione. Solitamente questa struttura gerarchica prevede delle categorie e sottocategorie che contengono pagine o articoli, come se si trattasse di un giornale con i suoi titoli, sottotitoli e articoli. I portali si possono suddividere in orizzontali e verticali. I portali orizzontali sono la porta di ingresso per gli utenti ad internet. Sono molto generalisti e contengono informazioni di diverso tipo offrendo quindi servizi e informazioni a 360°. I portali verticali invece, detti anche vortali, sono i cosiddetti portali tematici, trattano infatti solo di un tema specifico e forniscono informazioni specifiche proprio su quel tema. L’obiettivo primario di ogni portale è diventare il punto di partenza di ogni navigazione. “A prima vista, un portale non sembra granché diverso dal più classico indice o catalogo sistematico di risorse. Hanno entrambi la tipica struttura “a canali” o ad “albero” per quanto riguarda i contenuti, e a “zone grafiche” per quanto riguarda l’interfaccia di consultazione. Si tratta in sostanza di una Web page che raccoglie, raggruppandoli per categorie, il maggior numero di link su pressoché tutti gli argomenti dello scibile. Col tempo tali categorie hanno assunto una fisionomia piuttosto stabile, sicché ormai, almeno nei portali generalisti, difficilmente mancheranno voci quali: “cinema”, “computer”, “lavoro”, “musica”, ”viaggi”, ”shopping”, ”tempo libero”, “sport”, e così via. Ogni singola categoria comprenderà poi svariate sottocategorie, a loro volta ulteriormente suddivisibili, in modo tale da guidare l’utente in direzione dell’informazione ricercata attraverso una selezione progressivamente più precisa. Inoltre, grazie alla struttura non lineare della rete, nulla vieta che ogni singolo link risulti raggiungibile da molteplici e differenti punti di partenza, o venga classificato senza particolari difficoltà sotto categorie diverse.

Anteprima della Tesi di Dario De Laurentiis

Anteprima della tesi: Progettazione di un Portale Web 2.0 per un Consorzio Agrario, Pagina 9

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Dario De Laurentiis Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 854 click dal 05/11/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.