Skip to content

Ripensare Riparando. Riflessione sulla dimensione psicologica della mediazione penale.

La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: Loggati o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Ed è proprio alle tecniche di mediazione che rivolge l’attenzione il terzo capitolo, dove abbiamo avuto occasione di soffermarci sul concetto e sulla funzione della comunicazione, della discomunicazione, della comunicazione narrativa e del dialogo, quale strumento di indiscutibile valore nel recupero e nella condivisione della propria intimità. L’originalità di questo capitolo, comunque, è inerente all’ultimo paragrafo dedicato alla spiegazione del modello gruppoanalitico di Jane Abercrombie, il quale ben contribuisce, a nostro parere, a perseguire quei fini che la mediazione, anche nella sua declinazione penale, si fissa. L’ultimo capitolo, infine, esce dal campo unicamente mediatorio e propone l’analisi di un testo riguardante un’esemplare e innovativa modalità di trattamento degli autori di reati sessuali. Come spiegato nella premessa al capitolo, la scelta di questa analisi è stata dettata dalla volontà di offrire una testimonianza di come non si possa giudicare un reo fondandosi esclusivamente sul fatto commesso, né si può impedire che lo stesso torni a commettere il crimine soltanto aggravando la pena e questo perché intervengono nel comportamento aspetti più reconditi, legati al vissuto, agli schemi cognitivi che ha introiettato, all’apparato emotivo che ha sviluppato. Partendo, allora, dalla convinzione che non si riesca a ridurre la recidiva senza operare direttamente sulla mente del reo né si possa garantire la tutela sociale soltanto col prolungamento degli anni di reclusione, perché tanto prima o poi il criminale uscirà, un’équipe di specialisti ha approntato e messo in atto un programma che ha sortito effetti positivi, di cui si dirà più approfonditamente. Questo argomento finale, dunque, ci permette di avvalorare l’ipotesi secondo cui si possono migliorare gli esiti della giustizia tradizionale attraverso il ricorso a strumenti innovativi e alternativi che dimostrano grande validità in termini di cambiamento della persona-reo e che consentono, in virtù di questo cambiamento, di mediare nel conflitto con la vittima offrendole la possibilità di riparare a quella ferita che nessuna pena riuscirà mai a compensare, attraverso un ripensamento del conflitto stesso che inauguri un percorso di comprensione e, perché no, di perdono. 7
Anteprima della tesi: Ripensare Riparando. Riflessione sulla dimensione psicologica della mediazione penale., Pagina 4

Indice dalla tesi:

Ripensare Riparando. Riflessione sulla dimensione psicologica della mediazione penale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

Autore: Ciro Intermite
Tipo: Tesi di Master
Master in La vittima e l'intervento psico-pedagogico, sociale e giuridico più appropriato
Anno: 2012
Docente/Relatore: Antonio Godino
Istituito da: Università degli Studi di Lecce
Lingua: Italiano
Num. pagine: 107

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gruppoanalisi
mediazione penale
dialogo
mediazione civile
comunicazione narrativa
trattamento di reati sessuali
esperienza di milano-bollate

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi